Mediazione: anche i commercialisti decidono di collaborare con la Camera di Commercio

Camera di Commercio di Ancona 2' di lettura Ancona 30/03/2011 -

A pochi giorni dall’entrata in vigore dell’obbligatorietà, in molte cause civili e commerciali, del tentativo di Mediazione prima di rivolgersi alla giustizia ordinaria, un ordine professionale importante come quello dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ancona e la Camera di Commercio di Ancona scelgono di collaborare per favorire la diffusione della conoscenza e dell’utilizzo della mediazione quale strumento di risoluzione delle controversie alternativo alla giustizia ordinaria economico, efficace, rapido, in grado di assicurare il rispetto dei principi di riservatezza e privacy.



I Presidenti Rodolfo Giampieri e Corrado Mariotti, in rappresentanza dell’Ente camerale e dell’Ordine, hanno sancito ufficialmente questo impegno con la firma di un Protocollo d’Intesa in base al quale la Camera metterà a disposizione dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ancona la propria esperienza decennale nel settore dell’alternative dispute resolution, offrendo servizi di mediazione tradizionali e on line; sulla base di quanto indicato nel Protocollo di intesa, le parti collaboreranno insieme in attività di formazione ed informazione per favorire la diffusione della conoscenza della mediazione e per avvicinare i professionisti iscritti all’Ordine a questo strumento.

“Nonostante il grande dibattito che ha accompagnato e sta accompagnando la materia della mediazione, alla luce dell’introduzione dell’obbligatorietà del tentativo di mediazione prima di rivolgersi alla magistratura, molti professionisti del territorio stanno recependo l’importanza di questo strumento nelle controversie economico-commerciali. Dopo Ingegneri e Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori è oggi la volta dei Commercialisti ed Esperti Contabili. Per noi queste collaborazioni sono preziose: il protocollo infatti non prevede solo il ricorso al nostro servizio di Mediazione ma anche l’impegno a lavorare insieme nell’organizzazione di attività promozionali e di studio in quest’ambito. E per il nostro servizio di Mediazione non c’è migliore testimonial di un professionista (come di un imprenditore o un consumatore) soddisfatto e convinto della bontà della via conciliativa per la risoluzione dei conflitti” il commento del Presidente Giampieri.

Per quanto riguarda poi l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, il Presidente Mariotti spiega che “l’ordine ha accolto con particolare favore l’introduzione nell’ordinamento di tale nuovo istituto che se ben interpretato eda applicato porterà sicuramente dei notevoli vantaggi alla giustizia ordinaria, togliendole moltoi piccoli problemi da risolvere e darà nello stesso tempo un forte contributo alla risoluzione bonaria di tanti casi di piccola conflittualità. I commercialisti sulla base della loro preparazione e della loro esperienza si ritengono all’altezza di poter suggerire alle parti possibilità di conciliare le loro vertenze con proposte facilmente condivisibili. D'altronde la pluriennale esperienza di collaborazione con la Camera di Commercio garantisce una struttura tecnica organizzativa che sicuramente potrà agevolare lo snellimento di tutte le pratiche che verranno sottoposte a soluzione”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2011 alle 16:20 sul giornale del 31 marzo 2011 - 795 letture

In questo articolo si parla di attualità, Camera di Commercio di Ancona, commercialista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i4j





logoEV