contatore accessi free

Falconara: Dc, 'Il perfettismo politico-stretegico non raggiunge alcun risultato'

Democrazia Cristiana Marche 4' di lettura 20/08/2011 -

Lo avevamo previsto, lo abbiamo scritto a suo tempo ed ora…lo abbiamo anche verificato : il perfettismo politico e morale ha sempre divorato i propri adepti in un circuito sacrificale senza posa. Lo ricorda la storia, lo stesso che portò Robespierre sulla ghigliottina e i rivoluzionari sovietici alla LubianKa e in Siberia.



A Falconara non c’è aria di rivoluzione, però, da quanto emerge, tira un vento di esasperazione contro una politica “autocelebrativa, che si incensa da sola “, che la gente non comprende e che a volte,senza senso e buon senso, si auto-giustifica, una politica personale che tuttavia preoccupa molto per i “suoi pensieri” e che si autodefinisce impropriamente “moderata”. La politica falconarese attuale appare “fuoricorso” e l’assenza di un contropotere organizzato mette in luce una presuntuosa volontà che sfocia anche in prepotenza, che si manifesta al limite dell’arroganza quando latitante l’antipolitica, già in ombra da tempo, poiché senza peso e sostanza. Ora abbiamo preso atto di una serie di escamotage gattopardeschi che sono indice che al “primo cittadino” non basta mai il risultato raggiunto e…gli avvitamenti non mancano quando accompagnati da uno spirito che sempre giudica e che in effetti è quello che sempre nega e tornando alla storia la memoria ricorda la “coscienza infelice” che il vecchio Omero incarnò in Tersite.

Tralasciamo i particolari sul “caso Tersite” e i discorsi annessi e connessi che finiscono per divenire sospetti, strumentalizzati, prodotti dalla sottocultura del risentimento, pronta però a ritorcersi puntualmente contro i suoi attizzatori. Abbiamo preso atto del gran successo dei “giochi pirotecnici”, delle manifestazioni precedenti, della giocoleria ecc.ecc. delle “compagnie e degli artisti chiamati ad esibirsi, tutte rivelazioni dell’anno: tutti eventi per un’estate da ricordare e …noi la ricorderemo senz’altro peri “risultati ottenuti”. La classifica di Legambiente del mare più inquinato d’ Italia ha esposto i punti critici rilevati da Goletta verde e quantici questi punti critici sono inquinati in modo forte: orbene, per la nostra Regione i punti critici sono undici su 173 chilometri di costa e ben dieci sono in allarme rosso e nove siti fortemente inquinati: un tratto di costa che ottiene un lusinghiero sesto posto per avere un mare tra i più inquinati d’Italia e Falconara non è certo esente e…un plauso va al nostro primo cittadino per aver curato e difeso l’ambiente. A questo punto sono in discussione gli enterococchi intestinali, l’escherichia coli, coliformi fecali ecc., ecc.: a loro la responsabilità perchè insensibili alle ordinanze sindacali, perchè non “osservano” le “disposizioni del Ns primo cittadino” , perché oltrepassano le perimetrazioni comunali.

A nulla servono quindi le tabelle strategiche dei divieti di balneazione poste all’ultimo momento dall’Ente che segnalano l’inquinando delle “nostre chiare, fresche, dolci acque”. I fondali antistanti l’abitato di Falconara rispondono ad una matrice “fangosa inquinata” e il mare interno alle scogliere è caratterizzato da un’ elevato grado di eutrofizzazione dovuto alla presenza di scarichi urbani, alla bassa profondità del fondale ed allo scarso ricambio idrico, che avviene solo in corrispondenza di forti mareggiate che scavalcano le scogliere: un ambiente, tralasciando la presenza di “strane alghe”, dove la torpidità dell’acqua è molto elevata ad eccezione di qualche periodo particolarmente lungo di mare molto calmo (caso raro). A questo si aggiungano le piattaforme dei pontili “assai poco sicuri” , “spuntoni” pericolosi, insidie peri bagnanti emergenti dalle sabbie dei fondali ecc., ecc. Sicuramente un’estate da ricordare per la bellezza dei fuochi artificiali, per la difesa dell’ambiente, della costa, per la sorveglianza delle acque del fiume Esino, trasformato in una cloaca a cielo aperto scaricante in mare, per aver impegnato un’organico qualificato per la sicurezza del cittadino e del suo patrimonio, per aver pianificato per tempo interventi mirati atti a reprimere atti vandalici e scoraggiare la criminalità dilagante responsabile di danneggiamenti ripetuti alle proprietà private ecc., ecc.

Un plauso quindi vada all’impegno profuso dall’Ente che, in questa estate, ha saputo esprimere tutta la sua potenzialità ponendola al servizio del cittadino falconarese che ora, più che mai, ricambia esprimendo ampia fiducia e consenso verso questa Amministrazione che con poco, quasi niente, ha saputo dare “molto” alla sua cittadinanza e…ogni altro commento lo riteniamo superfluo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2011 alle 16:59 sul giornale del 22 agosto 2011 - 614 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, democrazia cristiana, democrazia cristiana marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/oAz





logoEV
logoEV
logoEV