contatore accessi free

Cgil Funzione Pubblica: dai manager superpagati ai lavoratori dorici cassaintegrati

FP Cgil 2' di lettura Ancona 07/11/2011 -

La Salute bene prezioso, bene comune da tutelare. Diritto sancito dalla Costituzione al pari di altri diritti di cittadinanza, come Lavoro e Istruzione. Diritti che delineano una società moderna aperta e democratica.



Tra le funzioni pubbliche, dunque, serve garantire una buona Sanità. L'eccellenza marchigiana sembra vivere una fase delicata: l'alta specializzazione e' a rischio, le condizioni organizzative sono problematiche. La politica non sembra aver ancora trovato le soluzioni più efficienti ed adeguate. Serve una gestione oculata e trasparente e per questo servono manager preparati e competenti. Le notizie di stampa raccontano della ferma determinazione del Presidente Spacca di puntare al mercato per la ricerca di un super dirigente. E senza badare a spese, a quanto pare.

Del resto perché limitarsi... Dunque, par di capire, via ogni limite alla retribuzione del super manager per vincere la concorrenza con il mondo privato. Le motivazioni saranno nobili, ma richiamano vicende tristemente note. E' ancora vivo il ricordo dei compensi d'oro agli amministratori falliti di Alitalia: "se non li paghiamo bene -questo si sosteneva senza vergogna- vanno altrove ...” Un vero guaio! Ecco, non credo debbano essere richiamati dati economici per capire che le difficoltà attraversate sono di quelle serie davvero. Purtroppo, le aziende private sono costrette a dover fare i conti con una realtà drammatica.

Faccio fatica a pensare che il problema sia dover vincere una concorrenza sfrenata per attirare professionalità, che, e' bene ricordare, sono comunque già abbondantemente pagate. Come dimenticare il grido d'allarme della nostra comunità, degli operai del cantiere dorico, o delle nostre imprese che denunciano difficoltà estreme anche per garantire il pagamento delle 13? Le banche che non fanno le Banche facendo venir meno liquidità indispensabile per un sistema economico che va sostenuto, ma profondamente modificato. C'e' un lavoro da fare per una politica sana. Le responsabilità del governo nazionale pesano come un macigno. Ma ognuno ha il dovere di contribuire al rinnovamento. Un segnale dalla politica ad ogni livello non guasterebbe.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2011 alle 22:41 sul giornale del 08 novembre 2011 - 580 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, fp cgil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/rmS





logoEV
logoEV