contatore accessi free

Basso (Giovane Italia - pdl): 'Sovranità al Popolo, non alle banche'

1' di lettura Ancona 17/11/2011 -

La Giovane Italia (PdL) Ancona è stata bloccata sotto la Banca Italia, in maniera pacifica e senza conseguenze mentre mostrava un cartello con scritto "Sovranità al popolo italiano non alle banche", come in tutta Italia.



L’economia non può prevaricare il diritto del voto degli Italiani – dice Domenico Basso, Presidente Provinciale della Giovane Italia Ancona e Dirigente Nazionale – messi in atto le misure concordate con l’Unione Europea urge andare al voto, soprattutto per una generazione di giovani che sta pagando anni di sprechi che altro non ha fatto che aumentare il deficit gravando poi sulle spalle di questi”.

Crediamo fermamente nella necessità di un primato della politica sull'economia. Purtroppo decenni di dissennate politiche finanziarie hanno fatto sì che il debito pubblico italiano lievitasse a dismisura rendendo il nostro paese schiavo dei signori dello spread - dichiara Carolina Varchi Dirigente Nazionale di Giovane Italia - Non festeggiamo la nascita di un governo non votato dagli italiani e, a differenza della sinistra, non vogliamo che Monti abbia carta bianca. Realizzati i provvedimenti necessari a rispettare il patto con l'Europa pretendiamo le elezioni perché gli italiani scelgano da chi farsi governare”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2011 alle 23:33 sul giornale del 18 novembre 2011 - 472 letture

In questo articolo si parla di politica, pdl, banche, giovane italia, domenico basso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/rOa





logoEV
logoEV