contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: Rossi (Pd) 'Variante in via Friuli, necessità di far cassa'

4' di lettura
539

Partito Democratico

La traslazione dei diritti edificatori nell’area in questione non ha valenza urbanistica intesa come strumento atto a perseguire un interesse generale che è quello di rendere la città un posto migliore, più vivibile e a misura dei cittadini, ma invece ha una evidente valenza economica: necessità di fare cassa.

1. La variante in questione, infatti, non indica un diverso complesso di motivazioni che porti alla opportunità di modificare le scelte del vigente PRG. In altri termini sembra che l’operazione si riduca ad una ricollocazione di valori immobiliari all’interno di aree di proprietà indipendentemente dai principi di assetto territoriale, di organizzazione dei servizi, di morfologia urbana che costituiscono il senso del fare urbanistica. L’accettazione di una Variante così concepita comporta l’affermazione dell’inutilità della pianificazione.

2. E’ falsa l’accusa che noi saremmo “contrari a prescindere” alla possibilità di edificare. Siamo consapevoli del valore in termini di volano economico che lo strumento urbanistico può costituire per un territorio e per le imprese della zona. Ma una cosa è un uso equilibrato dell’ urbanistica, altro è il discorso è costruire “a prescindere”, solo per far cassa e farla subito, senza un progetto, senza un quadro di senso che metta al centro davvero il miglioramento della qualità della vita di una città che ha già tanti problemi. Quello che si fa in questo caso appunto.

3. Non è stato davvero chiarito perché a Castelferretti e nel caso del parcheggio al parco Parco Kennedy l’amministrazione ha scelto di incontrare i cittadini per spiegare i progetti. Addirittura nel caso di parco Kennedy l’incontro ha fatto ravvedere l’amministrazione e la giunta ha abbandonato quel progetto. In questo invece caso non si è voluto dare voce ad un intero quartiere che poneva delle questioni di merito molto puntuali, che ha dato vita ad un sit-in partecipatissimo, che raggruppa una serie di comitati e che ad oggi ha raccolto oltre 1000 firme. Non era dovuto anche a questi cittadini il medesimo rispetto avuto per gli altri?

4. Dal punto di vista economico non ci sono motivazioni per avviare una variante di questo genere proprio perché il mercato dell’ edilizia è fermo e le banche faticano ad erogare prestiti, alle aziende ma anche ai privati. Non è più il tempo in cui si vendeva sulla carta e il rischio di un’ incompiuta, ovvero di un cantiere aperto ma che non si riesce a chiudere perché non ci sono abbastanza compratori è forte e questo sarebbe davvero lo scempio più grave per il quartiere.

5. L’amministrazione dice che questa variante la fa per valorizzare l’area e per migliorarla. Ma siamo davvero convinti che costruendo ancora valorizziamo l’area, o invece non la andiamo ad degradare, appesantendola con ulteriori insediamenti, automobili, traffico e cancellando quel po’ di verde, incolto e trasandato forse, ma almeno esistente? E poi perché non sentiamo i residenti se davvero valutano quest’intervento un vantaggio e un favore o invece un danno?

6. La verità è che sono passati quattro anni e al di là dei proclami e degli slogan, di proposte concrete e importanti per rilanciare la città non v’è traccia. Perché quello che serve a falconara, sono idee nuove per recuperare nove risorse stabili e durature che possano, non in maniera occasionale, ma in maniera strutturale far fronte al gap tra entrate e uscite. E non ci si può solo nascondere dietro la congiuntura e la crisi. Falconara sconta più di altre città alcuni limiti strutturali che però possono essere trasformati davvero in opportunità per farla rinascere. Ma servono progetti importanti e persone all’altezza. Proprio quello che manca a questa amministrazione. Quello che serve oggi a noi, sembra paradossale ma è così, è più politica, più proposte e una visione nuova che valorizzi tutte le nostre potenzialità. Ma l’attuale amministrazione non ne è capace e lo ha dimostrato in questi anni. E’ di questa incapacità che l’accusiamo, ed è su questa verrà misurata dai cittadini.



Partito Democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2012 alle 18:56 sul giornale del 04 febbraio 2012 - 539 letture