contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Neve, Confartigianato: '6 milioni di euro di danni fino a ora segnalati dalle aziende'

2' di lettura
730

Valdimiro Belvederesi

6 milioni di euro di danni. Questi sono i danni causati dalla neve segnalati dalle imprese della Provincia di Ancona a Confartigianato attraverso l’apposita scheda di rilevazione. Una cifra parziale, aggiornata ad oggi. Non è ancora finita.

La conta dei danni continua e tutte le aziende che hanno subito danni possono segnalare l’entità degli stessi mediante il modulo messo a disposizione online da Confartigianato sul sito www.confartigianato.an.it. Confartigianato, ribadisce il Presidente provinciale Valdimiro Belvederesi, sin dal primo momento dell’emergenza neve si è messa a disposizione delle aziende per fornire assistenza, supporto ed elaborare una stima dei danni, fondamentale per richiedere, una volta che sarà completata, agli enti preposti interventi mirati a sostegno della ripresa. Non sarà facile. I danni maggiormente accusati dalle aziende sono rappresentati in prima istanza dal cedimento strutturale e dal crollo di tetti e capannoni produttivi. Quindi, il danneggiamento di strumentazioni e attrezzature coinvolte nei crolli. Ripartire è difficile, per alcune aziende si tratterà di mesi di lavoro. Tra lo Jesino e la zona di Camerano sono stati segnalati a Confartigianato fino a oggi 4 mln euro di danni dovuti proprio al cedimento delle strutture produttive. Le imprese hanno bisogno di un aiuto concreto e di fondi per ripartire.

Per questo è fondamentale continuare nella stesura del censimento dei danni e Confartigianato invita tutte le imprese danneggiate a inviare la propria segnalazione. Sono centinaia nell’intera provincia le aziende costrette a sospendere o rallentare l’attività nelle settimane di neve, con un calo della produzione nel mese di febbraio che ha sfiorato il -40% e un calo del fatturato stimabile nel -30%. Confartigianato, ribadisce il presidente provinciale Valdimiro Belvederesi, chiederà alle Istituzioni locali e nazionali interventi di sostegno al tessuto economico locale sul quale oltre alle difficoltà della situazione economica si abbatte ora quest’ulteriore danno. Confartigianato ricorda che è stata concessa la cassa integrazione in deroga per gli eventi atmosferici avversi. Pertanto la CIG in deroga verrà riconosciuta alle aziende – prive di strumenti ordinari di sostegno al reddito- per il periodo massimo di una settimana/lavoratore (40 ore).



Valdimiro Belvederesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2012 alle 16:28 sul giornale del 22 febbraio 2012 - 730 letture