contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Internazionalizzazione: la scelta obbligata delle imprese locali per uscire dalla crisi

6' di lettura
781

Europa e Balcani, Cina, Russia, Emirati Arabi, Turchia e Argentina. Ecco i mercati più interessanti sul fronte dell’internazionalizzazione individuati da Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona, per soddisfare le esigenze delle imprese locali che chiedono supporto nelle attività di penetrazione dei mercati esteri.

Negli ultimi anni nel settore del commercio mondiale, il ruolo delle Marche ha subito profonde trasformazioni legate ai cambiamenti del contesto politico ed economico internazionale. L’economia caratterizzata da piccole e medie imprese ha dovuto fare i conti con la globalizzazione e con le nuove economie emergenti. Per poter navigare in questo complicato mare, le imprese devono essere messe nelle condizioni di conoscere tutti gli strumenti operativi e finanziari per facilitare e tutelare la presenza del “Made in Marche” nel mondo. Grazie al supporto operativo fornito dall’Azienda Speciale Marchet, le imprese del territorio sono affiancate nel reperimento di informazioni e nell’organizzazione di attività promozionali necessarie per affermarsi sui mercati mondiali o mantenere le posizioni acquisite. Considerata la situazione di crisi, nel 2012 si è deciso di concentrare le risorse su progetti che siano efficaci e strategici per le politiche di promozione dell’internazionalizzazione sostenute da Marchet. Giorgio Cataldi, presidente di Marchet ha dichiarato che “Il programma 2012 si presenta molto equilibrato e rispecchia lo sforzo fatto dalla Camera di Commercio di Ancona nel mantenere l’impegno economico a sostegno dell’internazionalizzazione (880 mila euro), una delle strade individuate dall’ente camerale per il rilancio del sistema economico e imprenditoriale locale, nell’ottica di accrescere la base esportativa locale. Pari importanza è stata data a progetti di promozione personalizzata (incoming, missioni commerciali, incontri tra imprenditori e workshop) e alle fiere internazionali di settore che garantiscono alle imprese grande visibilità visto il rilevante numero di potenziali partner del settore specifico che partecipano a tali manifestazioni.”

Nel 2012 verrà rafforzato il network dei partner all’estero ricorrendo alla collaborazione con le Camere di Commercio Italiane all’estero, anche in un ottica di sistema. Da quest’anno la scelta dell’associazione con le varie Camere all’estero passerà dallo sportello Enterprise Europe Network (EEN) all’Azienda Speciale. Pertanto le risorse destinate all’associazione con le Camere potranno essere indirizzate alla creazione e al rafforzamento di tale network, complementare ai Desk. Marchet ha sempre creduto nelle opportunità offerte dai Desk esteri, presidi operativi dislocati nei mercati di interesse, che garantiscono informazioni e assistenza per le imprese. I desk si sono rivelati indispensabili anche per lo sviluppo e il potenziamento delle relazioni istituzionali estere che hanno favorito la nascita di progetti economici e commerciali interessanti per gli operatori marchigiani ed internazionali. “Sono confermati – ha riferito Giorgio cataldi - Desk in Russia, Cina Albania ed è stato attivato dal mese di gennaio il nuovo desk a Zara in Croazia. Confermato anche il ruolo dell’Azienda Speciale nel coordinamento operativo dei Desk regionali nell’area della Cina Meridionale nelle città di Nanchino, Xiamen e Kunming.”

“La Croazia – ha dichiarato il vicepresidente di Marchet, Paolo Leonardi - fulcro dell’area balcanica riveste un’importanza strategica in considerazione dei progetti gestiti dalla Regione Marche nell’ambito della costituenda Macroregione Adriatico Ionica per lo sviluppo dell’Europa e della scelta della Camera di Commercio di Ancona di investire da più di dieci anni nel Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e Ionio. Oggi più che mai questi rapporti consolidati si sono rivelati attuali in vista anche della creazione della Macroregione Adriatico-Ionica, la terza area che si costituirà in Unione Europea dopo quella Danubiana e quella Baltica. La macroregione prevede alcuni ambiti prioritari di intervento: rispetto e difesa dell’ambiente, welfare, accessibilità delle comunicazioni, infrastrutture, sicurezza della navigazione, sviluppo economico. L’Italia in questo modo dovrebbe riuscire ad intercettare i fondi strutturali 2014-2020, che rappresentano un’opportunità per le imprese dei Paesi dell’Area dove andranno ad operare e per le imprese impegnate in progetti di internazionalizzazione ad Est. La Macroregione potrà favorire anche la nascita di reti di imprese e di brand unici che potranno aiutare le imprese ad affrontare mercati più ampi. Il desk Zara, attivato nel mese di gennaio 2012, offre una vasta tipologia di servizi alle imprese che intendono approcciare o rafforzare la propria posizione nel mercato croato”. “Grande attenzione nel 2012 anche alla promozione estera delle imprese che operano nel settore della green economy – ha sottolineato il segretario generale della Camera di Commercio di Ancona Michele De Vita – con la partecipazione collettiva alle fiere Rev di Istanbul e alla Pollutec di Lione”.

La collaborazione con la Regione Marche, instaurata in modo strutturato dal 2009 e finalizzata a individuare in maniera condivisa linee di azione, priorità e mercati di interesse con l’unico obiettivo di conoscere le aree più strategiche per le produzioni locali, deve divenire sempre più strutturato in modo da garantire un sostegno costante alle PMI superando i campanilismi locali. Questa collaborazione ha permesso di realizzare iniziative congiunte di grande respiro e forza istituzionale e di lavorare in mercati più grandi e complessi, come Cina e India, permettendo alle piccole aziende marchigiane di raggiungere obiettivi altrimenti non alla loro portata. Prima iniziativa promozionale dell’anno è la partecipazione di una collettiva di imprese alla seconda edizione della fiera “The Big Five” a Jeddah (Emirati Arabi Uniti) a marzo. La manifestazione fieristica rappresenta un evento importante per i professionisti del settore edile, ma anche per gli operatori dei comparti: pareti in legno, serramenti, isolamento, riscaldamento e condizionamento, idraulica, trattamento delle acque, arredo bagno e componenti per mobili. L’iniziativa dà seguito alle missioni e agli accordi firmati con la Camera di Commercio lo scorso anno. Nel 2012 confermata la presenza anche all’edizione di Dubai della “The Big Five”. Insieme al sistema camerale regionale verrà curata per il 2012 la partecipazione alla fiera CIFIT di Xiamen (Cina) dove con il supporto del Desk Cina e CCPIT (l’agenzia per la promozione degli scambi commerciali della Camera di Commercio di Xiamen), verranno organizzate attività promozionali collaterali dedicate ala Made in marche Il lavoro promozionale diretto al mercato cinese è un esempio di progetto a lungo termine articolato su vari anni e in diverse attività, che ha visto il rafforzamento dei rapporti istituzionali, della promozione dell’industria locale e del territorio.

Per il 2012 è stata confermata la manifestazione “100 Finestre” dedicata al settore moda da realizzare ad Ancona e destinata al mercato cinese. In calendario anche tanti interventi formativi e incontri seminariali rivolti a giovani laureati, imprenditori e manager. I corsi “International sales and marketing management” (nona edizione) - destinato a giovani che vogliono specializzarsi nell’ambito dell’internazionalizzazione - e “International Business menagment” (terza ediozione) – destinato all’aggiornamento di chi già lavora in azienda – la novità del 2012 sarà il corso “Marketing e vendite” che offrirà ai partecipanti competenze avanzate su coordinamento e controllo delle attività commerciali e di marketing in imprese di medie e piccole dimensioni. Il percorso formativo fornirà altresì strumenti e competenze per l’impostazione e la valutazione di efficaci politiche di vendita e di comunicazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2012 alle 16:21 sul giornale del 24 febbraio 2012 - 781 letture