contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Roberto Mancini ospite alla Scuola di Pace di Ancona

2' di lettura
651

economia

Quale pace in tempo di crisi economica? Sarà questo il filo conduttore della Scuola di Pace di Ancona di quest’anno, che prende il via ufficialmente venerdì 2 marzo alle ore 17,30 alla Facoltà di Economia in piazzale Martelli, con il prof. Roberto Mancini, ospite dell’incontro-dibattito intitolato “Un’altra politica per un’altra economia. Dalla competizione alla fraternità”.

Mancini è docente di filosofia teoretica all’Università di Macerata, dove è anche vice preside della Facoltà di Lettere e Filosofia. Collabora stabilmente con le riviste “Servitium”, “Ermeneutica Letteraria” e “Altraeconomia”, dirige la collana “Orizzonte filosofico” e “Tessiture di laicità” presso la Cittadella editrice di Assisi. È membro del Comitato scientifico della Scuola di pace del Comune di Senigallia e della Provincia di Lucca. Collabora da anni con il Cvm di Ancona e con il Coordinamento nazionale delle comunità di accoglienza. Il suo impegno di studio si concentra sui temi della gratuità, dell’etica, dell’antropologia filosofica, della teoria della verità e filosofia della religione. Oltre a circa 250 articoli, ha pubblicato anche numerosi volumi, tra i quali: “Idee eretiche. Per un’economia della cura, delle relazioni e del bene comune” (ed. Altraeconomia, 2010) e “Per un’altra politica. Scegliere il bene comune” (Cittadella editrice, 2010).

La Scuola di Pace è una rassegna di incontri gratuiti con ospiti illustri sui temi della pace e della giustizia sociale, promossa da un gruppo di realtà locali del volontariato e Terzo settore, con il patrocinio della Provincia di Ancona e il sostegno del Centro servizi volontariato Marche e rivolta alla cittadinanza. L’edizione 2012 è promossa da Arci, Circolo Laboratorio Sociale, La Tenda di Abramo, Amnesty International, Emergency, Free Woman, Acu Gulliver, Time for peace, Bottega Mondo solidale, Legambiente, Ujamaa per la pace, Cantieri di pace, A piene mani, Rete migranti “Diritti Ora!”, Ondaverde onlus e Gruppo solidarietà.



economia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2012 alle 16:19 sul giornale del 29 febbraio 2012 - 651 letture