contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Legalità e bene comune, incontro con Maurizio Artale del Centro Padre Nostro

2' di lettura
647

In città c’è una nuova associazione di volontariato impegnata per le problematiche dei giovani, l’educazione alla legalità e al bene comune.

“Angelo di Piazzale”, questo il nome del neonato sodalizio sorto in memoria del giovane Massimo Galeazzi, si presenta alla cittadinanza promuovendo l’incontro “Legalità e bene comune come stile di vita per le nuove generazioni” venerdì 20 aprile alle ore 21 presso il Teatro Papa Giovanni XXIII della Parrocchia Cristo Divino Lavoratore di Ancona: ospite d’eccezione della serata sarà Maurizio Artale, Presidente del Centro Padre Nostro di Palermo, fondato nel 1991 da Don Pino Puglisi, che offrirà una testimonianza di impegno sociale e solidale, portando l’esperienza diretta del quartiere Brancaccio e della sua realtà.

Il Centro di Accoglienza Padre Nostro infatti, che è anche un ente morale riconosciuto dal Presidente della Repubblica, lega fortemente la sua identità e storia alla memoria del suo fondatore, Don Giuseppe Puglisi, che fu parroco di Brancaccio e venne ucciso dalla mafia nel 1993 nello stesso quartiere. Ispirandosi al suo insegnamento e metodo di lavoro, il Centro opera in favore delle fasce più deboli e povere, con percorsi socio-educativi per minori e adolescenti, costantemente sottoposti al rischio di emarginazione e di reclutamento da parte della criminalità organizzata, nel contrasto all’evasione scolastica, alla delinquenza e al lavoro minorile.


L’associazione organizzatrice dell’incontro, Angelo di Piazzale, si è costituita lo scorso gennaio su iniziativa di alcuni amici e parenti di Massimo Galeazzi, prematuramente scomparso nel 2010, con lo scopo di portare avanti le sensibilità che questo giovane aveva e per cui è stato tanto stimato in vita. In particolar modo, l’associazione intende occuparsi di problematiche giovanili, creando uno spazio di ascolto per giovani e loro famiglie, di educazione alla legalità e al bene comune, promuovendo incontri e dibattiti, ma anche corsi di formazione, di avviamento al lavoro, centri di aggregazione giovanile e tutte quelle attività che portino i giovani a prendere consapevolezza che il futuro è nelle loro mani e devono gestirlo da subito al meglio.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2012 alle 17:25 sul giornale del 19 aprile 2012 - 647 letture