contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: Giacanella e Pastecchia (Pdl), differenziata 'Fatti e numeri smentiscono il PD!'

3' di lettura
580

Pdl

Raccolta differenziata, i fatti ed i numeri smentiscono il Pd «Ancora una volta – commentano i Consiglieri del PDL Marco Giacanella e Piero Pastecchia - il PD dimostra di voler piegare i numeri e i fatti nell’interesse del proprio partito ma a scapito di quello cittadino. La raccolta di prossimità è partita completamente sul territorio comunale a fine 2011 è quindi evidente anche alla persona più faziosa che una verifica seria sull’andamento e sulla qualità della raccolta è possibile solo prendendo in esame i dati di fine 2011 e inizio 2012.

Ed ecco, infatti, che i soliti faziosi parolai della sinistra si sgonfiano di fronte ai fatti ed ai numeri forniti dall’Ass. Astolfi dai quali si evince che nel periodo sopra accennato la raccolta differenziata è arrivata al 45%, un valore perfettamente in media con quella regionale (49%) a dimostrazione della piena riuscita del metodo scelto. Inoltre sono evidenti i possibili margini di miglioramento di questo già buon risultato grazie alla continua opera di sensibilizzazione della cittadinanza da parte dell’Amministrazione e di Marche Multiservizi Spa e dall’esercizio quotidiano della raccolta differenziata da parte dei cittadini stessi.

Non è caso se si pensa che il modello adottato a Falconara da Marchemultiservizi è lo stesso utilizzato nella quasi totalità della provincia di Pesaro il quale tra l’altro viene considerato tra i migliori sistemi per rapporto “costi/benefici”. Circostanze incontrovertibili che il PD locale cerca disperatamente di negare per mero interesse di bottega. Non è tutto! Il mancato ottenimento del premio previsto dal non raggiungimento della quota del 60% del livello di differenziata, comporta un esborso da parte del Comune di circa € 288.000 (e non 500.000 come indicato erroneamente dal PD), di contro l’applicazione della raccolta porta a porta avrebbe avuto costi assai più rilevanti con conseguente aumento delle tariffe per cittadini. Basti pensare che l’introduzione del “porta a porta” in metà quartiere di Palombina abbia comportato un aumento del costo della raccolta di circa €150.000,00. Quanto sarebbe costato ai falconaresi applicarlo a tutto il territorio comunale?

La risposta è chiara e semplice per ogni falconarese, bambini compresi, ma al di là di ogni possibile comprensione per il centro sinistra ed in particolare per il PD. L’amministrazione Brandoni e il PDL falconarese hanno agito con buon senso ed oculatezza cercando di contemperare l’esigenza di raggiungere un’interessante quota di differenziata con la necessità di non aumentare i costi del servizio, ad una cittadinanza, quella falconarese, già oberata da una gravosa pressione fiscale per pagare i debiti contratti dallo sproloquiante centro sinistra falconarese

. Fatti e numeri dimostrano la bontà scelte operate nell’interesse della ns. Città dalla Giunta Brandoni e dalla maggioranza di centro destra, smascherano, ora come nel passato, l’incapacità della sinistra di “far di conto”, e confermano la loro incapacità di amministrare e l’opportunità e la convenienza per la città che essi stiano più lontano possibile da ogni qualsivoglia amministrazione ed in particolar modo da quella della nostra città. Ancona docet.”



Pdl

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2012 alle 18:53 sul giornale del 30 aprile 2012 - 580 letture