contatore accessi free

Camerata Picena, assemblea su 'progetto biogas': rimangono solo le vie legali?

assemblea camerata picena 2' di lettura 02/07/2012 - A trarre le conclusioni dell'assemblea cittadina del 29 giugno scorso sembrerebbe proprio di no.

Nello scenario surreale di una piazzetta storica completamente sventrata dai lavori di restauro, l'unico spazio intatto, il vicolo dietro la chiesa, a poco a poco si anima, compaiono le prime panche, poi un tavolo, poi man mano la gente che arriva porta con sé le sedie facendole uscire dalle case che si affacciano su questa improvvisata platea.

Anche l'amplificazione è improvvisata e lascia molto a desiderare, ma non è un problema: chi parla va al tavolo e il silenzio e l'attenzione di chi ascolta è tale che ben presto si decide di farne a meno. Circa 150 i cameratesi presenti.

I diversi interventi contribuiscono ben presto a definire il quadro del problema biogas: in assenza di regole, nella latitanza della Regione, l'idea furba del biogas sta diventando una pericolosa speculazione che arricchisce pochissime tasche impoverendo e danneggiando le popolazioni locali e il territorio.

L'assemblea di Camerata infatti ha chiaramente denunciato la responsabilità della Giunta Regionale nel far prevalere gli interessi speculativi di pochi impresari sul diritto delle popolazioni di valutare l'uso del proprio territorio e minimizzare gli impatti delle attività produttive.

La prova provata: la decisione assunta all’unanimità dalla Giunta il 18 giugno che esplicitamente richiama gli uffici a tutelare gli interessi delle imprese, affossando di fatto la positiva risoluzione assunta solo 6 giorni prima dal Consiglio Regionale.

Dal giorno alla notte Camerata si è vista autorizzare la sua centrale. Se fosse solo per questo caso non resterebbe che appellarsi al giudice e Camerata lo farà. Ma di impianti da 0,999 MW (si 0.999 come alle offerte speciali, perché a 1 MW scatterebbe il vincolo di valutazione ambientale dell'impatto) ne stanno sorgendo e ne sorgeranno decine (almeno 50) in tutta la Regione.

Allora ecco che dall'assemblea di Camerata, dal caso Camerata, si rilancia con una proposta di impegno civile e politico affinché si arrivi velocemente a chiare regole per il biogas e nell'attesa si sospendano i procedimenti in corso. Questo l'impegno del comitato (sorto in risposta al progetto biogas), del sindaco, anche lui presente all’assemblea) e dei consiglieri regionali Binci, Bucciarelli e Pieroni (gli unici ad essere intervenuti sebbene fossero stati invitati tutti i consiglieri regionali eletti nella Provincia di Ancona).

Anche l'intervento del Prof. Polonara, (estensore del Piano Energetico Regionale) ha voluto sottolineare l'esigenza di produzione locale e diversificata di energia ma senza stressare troppo le comunità locali coinvolte.


da Comitato 'Camerata Territorio e Ambiente'
Camerata Picena





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2012 alle 18:41 sul giornale del 03 luglio 2012 - 576 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerata picena, biogas, comitato, Camerata Territorio e Ambiente, questione biogas, comitato ambiente e territorio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/A7u





logoEV
logoEV