contatore accessi free

Giustizia: proclamata la mobilitazione nazionale ad Ancona

Tribunale Giustizia 1' di lettura Ancona 05/07/2012 - Le segreterie nazionali di FP CGIL, CISL FP e UIL PA hanno proclamato una mobilitazione nazionale sulla vertenza giustizia per il giorno venerdì 6 luglio che nelle Marche vedrà i lavoratori della Giustizia riuniti davanti la Corte d’Appello di Ancona dalle ore 11,00 alle ore 13,00.

Il preoccupante silenzio con il quale il Governo ha accolto la richiesta di immediata convocazione dei sindacati sulla “revisione della geografia giudiziaria” (che prevede la soppressione dei Giudici di Pace, dei Tribunali e delle Sezioni distaccate che non abbaino sede nei capoluoghi di provincia), fa sì che sia massimo il nostro impegno nella tutela delle lavoratrici e lavoratori del Ministero della Giustizia, sia in termini occupazionali, che di valorizzazione professionale.

Vogliamo sia assicurata ad ogni cittadino una Giustizia di prossimità efficace ed il mantenimento di irrinunciabili presidi di legalità. In questo momento storico le fondamenta dello Stato sono messe in discussione.

E’ importante che ci sia la più ampia partecipazione al presidio regionale, che terremo presso la Corte d’Appello di Ancona, dalle 11.00 alle 13.00 del 6 luglio, per riaffermare con forza tutto il disagio che sta vivendo la Giustizia, in tutte le sue declinazioni, tra organici ridotti, risorse sempre più esigue e ridefinizione unilaterale dei suoi Uffici.

Sarà l’occasione per tenere viva l’attenzione dei cittadini rispetto ai disastri che si stanno perpetrando anche e soprattutto, alle loro spalle. Disastri che, con effetto domino, stanno investendo tutta la Pubblica Amministrazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2012 alle 18:02 sul giornale del 06 luglio 2012 - 768 letture

In questo articolo si parla di attualità, cgil, cisl, tribunale, giustizia, uil, avvocato, giudice, mobilitazione nazionale





logoEV
logoEV