contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

'No Biogas', i comitati chiedono un incontro con il presidente Spacca

3' di lettura
831

Impianto a Biogas
I comitati di cittadini che in questi mesi, sul territorio, si sono battuti con forza per contrastare il proliferare indiscriminato di centrali a biogas e biomasse nelle Marche ritengono importanti i risultati conseguiti in questi ultimi giorni con la risoluzione approvata dal Consiglio Regionale nella seduta del 12 u.s. e la successiva decisione del Presidente Spacca, con la convocazione d’urgenza della Giunta regionale, di dare attuazione a tali indicazioni.

Ma dalle enunciazioni di principio si deve ora passare agli atti concreti e questa è la parte più importante che inciderà concretamente sia sui procedimenti ancora aperti sia su quelli, tanti, che con troppa superficialità sono giunti a conclusione. E’ per questi motivi che una serie di comitati hanno inviato al Presidente Spacca e ai suoi assessori la nota che segue con la richiesta di un incontro proprio per la giornata di domani. Mentre scriviamo questo comunicato non conosciamo l’esito della richiesta ma è certo che un eventuale riscontro negativo non sarebbe un buon segno. Segue il testo della lettera inviata stamattina Al Sig. Presidente della Giunta Regionale delle Marche Ai Sig. Assessori della Giunta Regionale delle Marche Egregio Presidente, egregi Assessori, Apprendiamo dagli organi di informazione della convocazione d’urgenza per sabato prossimo di una seduta della Giunta Regionale dedicata all’esame della complessa vicenda che si venuta a creare in conseguenza del proliferare indiscriminato e senza adeguate istruttorie tecnico/amministrative di autorizzazioni per la realizzazione di centrali a biogas e biomasse nel territorio regionale. Il tema, che per la regione, solo fino a pochi giorni fa, appariva relegato a mera questione tecnica è finalmente emerso nella sua reale dimensione di problema politico che, come era oggettivamente inevitabile, coinvolge i rapporti stessi tra l’ente Regione, i cittadini amministrati gli altri livelli delle autonomie locali. I comitati che sottoscrivono la presente grazie alla mobilitazione e all’impegno di tanti cittadini, con la denuncia delle palesi irregolarità che hanno caratterizzato gli iter amministrativi, con l’opera di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica, hanno dato un contributo fondamentale al far emergere le dimensioni reali del problema.

La risoluzione approvata lo scorso 12 settembre dal Consiglio Regionale è anche, crediamo, oggettivo risultato di questo impegno. Il fatto che la Giunta si appresti a dare attuazione agli indirizzi del consiglio è sicuramente un dato di grande rilevanza. E’ in questo quadro, nel quale crediamo sia interesse anche dell’Ente Regione ricostruire relazioni e momenti di partecipazione e confronto con le istanze del territorio che, con la presente, siamo a chiederVi, proprio in occasione della seduta del 15 p.v., un incontro tra la Giunta e una delegazione composta e dai rappresentanti dei comitati firmatari per discutere e approfondire le modalità con le quali dare attuazione ai precisi indirizzi del consiglio regionale. Sono in corso contatti con altri comitati di cittadini sorti in varie parti del territorio regionale per cui è possibile che l’eventuale delegazione vedrà la presenza anche di altre delegazioni. Non è previsto dai firmatari, ma non si esclude che, in concomitanza della seduta di giunta, possa formarsi davanti al Palazzo “Raffaello” un presidio pacifico di cittadini. Di tale possibilità è stata già data comunicazione ai competenti organi di PS.

Firmato: Comitato per la tutela dell'ambiente e del territorio di “Caminate-Metaurilia-Tombaccia" – Fano (PU), Comitato “Petriolo per il Territorio” – Petriolo (MC) , Comitato “Camerata Ambiente e Territorio” – Camerata Picena (AN), Comitato "Energia, Ambiente e Territorio per i nostri Figli" – Osimo (AN), Comitato “No Biogas a Loro Piceno” – Loro Piceno (MC), Comitato “No Biogas” Montefelcino (PU).



Impianto a Biogas

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2012 alle 20:49 sul giornale del 15 settembre 2012 - 831 letture