contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Scomparsa di Alceo Moretti, presidente Spacca ad Alceo 'Grati per i tuoi insegnamenti'

3' di lettura
608

gian mario spacca
“Ora che Alceo ha raggiunto il Cielo, credo che anche lassù continuerà il suo lavoro editoriale, e darà sicuramente il via ad un nuovo giornale, magari lo chiamerà ‘Paradiso Domani’, e lì aprirà il confronto tra tutte le Anime, desiderose di offrire la loro luce e la loro energia alla maggiore gloria del Signore."

Alceo, ti siamo grati, per i tuoi insegnamenti, che hai diffuso in ogni angolo della terra, dal Brasile agli Stati Uniti, dall’Argentina all’Europa. L’impegno saldo per difendere e diffondere il valore della democrazia, testimoniato coraggiosamente durante i tempi più bui che l’Italia avesse mai attraversato. Il rispetto per il valore inviolabile di ogni persona, e delle sue idee, cui tu hai sempre generosamente offerto grandi spazi, proprio perché quelle idee buone potessero divenire azioni concrete, utili alla crescita delle comunità.

L’affermazione del valore dell’amicizia, da praticare in ogni circostanza, anche a costo di mortificare una parte di se stessi. Amicizia fonte di ispirazione di ogni progetto, da edificare per migliorare la vita ed il benessere di tutti. L’educazione alla pazienza e soprattutto al rispetto del tempo che scorre: che fa dimenticare le piccole cose futili ed inutili e che illumina solo le azioni che fanno la vita degna di essere vissuta. Ed infine, l’importanza del lavoro, che a ciascuno deve consentire di essere se stesso, ma che richiede il massimo del sacrificio, della dedizione personale e di una profonda motivazione. Diceva un suo grande amico, Sergio Zavoli, che ‘Alceo Moretti ha il cervello a sonagli, muove la testa e subito, per dir così, risuona un gran numero di idee, tutte nuove e sorprendenti. La sua vita, colma di talento e di sfide, è uno sgorgare di invenzioni, sempre con un seme. Questo libro è la narrazione fedele di come si può spendere un’esistenza ascoltando il suono di qualcosa che prima non c’era’. Sergio Zavoli lo ha ritratto così nell’introduzione alla sua biografia “Quella volta che…”. Oggi che Alceo non c’è più, quell’immagine resta l’istantanea più immediata a rappresentare la sua straordinaria vita. Uno spirito libero, un’intelligenza instancabile, una fucina di intuizioni, una mente giovane e ironica. Alceo Moretti sapeva dipingere un’epoca con un solo aneddoto, popolato dei personaggi che hanno fatto la nostra storia.

Perché Alceo, non credo di esagerare, li aveva conosciuti quasi tutti, in Italia e nel mondo. E nel mondo aveva rappresentato l’intraprendenza dei marchigiani, la loro capacità di innovare pur restando saldamente ancorati alla propria terra. Alceo le sue origini non le ha mai abbandonate. Dalla sua casa di Ancona, negli ultimi anni, ha continuato a raccontare la società, la cultura, l’economia della nostra regione. I ricordi che mi legano a lui sono tantissimi e tutti, oggi, si accavallano in modo sorprendentemente triste e sereno. Ciò che più mi mancherà saranno però le sue ‘chiacchierate’, l’ascolto delle storie della sua vita che con incredibile ironia sapeva raccontare e che erano spunto per sempre nuove idee. Alle Marche mancherà l’uomo, il partigiano, il giornalista, l’imprenditore acuto. Il pioniere di tante avventure imprenditoriali di successo. Alla famiglia, a Giorgio, Sergio e Chicca, a tutte le persone a lui legate, manifesto la mia vicinanza in questo momento di profondo dolore, anche a nome di tutta la comunità regionale.



gian mario spacca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2012 alle 16:26 sul giornale del 15 settembre 2012 - 608 letture