contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona in prima linea contro la psoriasi: una giornata dedicata all’informazione e alla diagnosi

3' di lettura
4609

psoriasi
Accendere i riflettori sulla psoriasi per promuovere l’informazione e favorire la diagnosi precoce, questi gli obiettivi della conferenza stampa a cui hanno partecipato mercoledì il Dottor Paolo Galassi, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti, e la Professoressa Annamaria Offidani, Direttore della Clinica Dermatologica, che quest’anno celebra il trentennale della Scuola di Specializzazione. All’incontro ha partecipato anche il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: il Professor Antonio Benedetti.

Tra le malattie diagnosticate dal dermatologo, la psoriasi, che si manifesta con chiazze eritematose dai contorni ben demarcati e ricoperte di squame, è una delle più frequenti e può colpire sia gli uomini che le donne a qualunque età. Spesso i primi segni si manifestano tra i 15 e i 35 anni. In Italia si stimano almeno 1.500.000 casi. Nelle Marche colpisce circa 45.000 persone.

“Il lato visibile della psoriasi è solo la punta dell’iceberg - afferma la Professoressa Annamaria Offidani, Direttore Unità Operativa Clinica Dermatologica Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti - il che significa che, nei casi più gravi, è la manifestazione esteriore di una situazione patologica interna più complessa che sottende la presenza di comorbilità, ovvero malattie correlate che influenzano negativamente l’approccio terapeutico”.

Da un recente studio multicentrico epidemiologico, il Progetto Daniele, realizzato presso i più importanti centri dermatologici pubblici italiani, a cui ha partecipato anche la Clinica Dermatologica diretta dalla Professoressa Offidani, emerge infatti una forte incidenza di patologie concomitanti legate alla psoriasi in circa la metà dei partecipanti all’indagine (il 47,1%). L’artropatia psoriasica risulta la più diffusa ed è presente in un terzo della popolazione osservata (31,4%), seguita dall’ipertensione nel 29%, dall’iperlipidemia nel 13% e dal diabete nel 10%. Tutte patologie che concorrono ad un forte aumento dei rischi cardiovascolari.

La psoriasi, inoltre, influisce sulla qualità della vita in maniera invasiva, comparabile ad altri gravi malattie quali il cancro, l’infarto, l’ipertensione e il diabete. Sempre dai risultati del Progetto Daniele emerge, ad esempio, che il 40% dei pazienti affetti da psoriasi moderata/grave ritiene che la malattia abbia limitato seriamente le proprie aspettative e i progetti di lavoro e carriera, mentre l’80% non pratica alcuno sport e il 68% arriva a sentirsi condizionato nella scelta degli abiti da indossare.

“Una diagnosi precoce e le terapie più moderne potrebbero controllare la psoriasi nella quasi totalità dei casi ed evitare un impatto sulla sfera emotiva e sociale che potrebbe diventare irreversibile. - conclude Annamaria Offidani - A tal proposito la Clinica Dermatologica di Ancona dell’Università Politecnica delle Marche ha istituito un ambulatorio dermatologico integrato, dove confluiscono diverse figure specialistiche, oltre al dermatologo, quali il reumatologo, l’oculista, il gastroenterologo e il radiologo, in modo da individuare insieme l’approccio diagnostico-terapeutico migliore da offrire al singolo paziente. Al nostro centro, che proprio quest’anno celebra i 30 anni di attività della sua Scuola di Specializzazione in Dermatologia, afferiscono circa 1.500 pazienti l’anno, di questi il 50% è affetto da forme di psoriasi moderata-grave”.

È possibile contattare la Clinica Dermatologica degli Ospedali Riuniti chiamando il CUP (Centro Unico di Prenotazione) al numero 800 098 798. Per le visite è necessaria l’impegnativa del medico curante.



psoriasi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2012 alle 12:54 sul giornale del 27 settembre 2012 - 4609 letture