contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: intitolato a Goffredo Baldelli il Museo della Resistenza

2' di lettura
666

museo generico

Si è svolta lunedì pomeriggio la solenne intitolazione del Museo della Resistenza di Falconara Marittima al Capitano Ispettore Goffredo Baldelli, grande combattente partigiano insignito della medaglia d’argento al Valor Militare, figura di grande passione storica, voluta e scelta per questa intitolazione di comune accordo con Anpi e FIAP dall’Amministrazione comunale a testimonianza della grande levatura e della grande eroicità di questo personaggio.

“Non è mia intenzione dilungarmi troppo sulla storia personale e sulle vicissitudini storiche di Goffredo Baldelli, non certo per limitarne o diminuirne il prestigio ma tutt’altro, per non togliere tempo e spazio agli storici presenti che sapranno rendere, con maggior competenza e conoscenza, più grande giustizia al nostro compianto concittadino, esaltandone le gesta, il coraggio e il grande sacrificio” ha spiegato il Sindaco Goffredo Brandoni prima di illustrare il percorso che ha preceduto l’intitolazione del Museo: un’eccellenza della città.

Nato inizialmente, nel 2002, nella suggestiva scenografia dei sotterranei del Castello di Falconara Alta, come supporto e stimolo alla conoscenza e al recupero della storia recente della nostra comunità e del nostro Paese, e come strumento e occasione per trasmettere ai giovani la memoria dei sacrifici e dei valori che animarono le generazioni passate, venne poi trasferito nel 2010 presso la struttura di Palazzo Bianchi.

Il trasferimento fu fortemente voluto da questa Amministrazione, che predispose tutte le opportune attività di risanamento conservativo e funzionale del piano seminterrato dell’edificio al fine di ospitare il prezioso Museo.

“In questo modo – commenta il Sindaco Brandoni - abbiamo avuto la possibilità di valorizzare un edificio storico di Falconara (Palazzo Bianchi) che ora ospita tutto il corpus storico-documentale in nostro possesso (armi, oggettistica, documenti fotografici). Inoltre abbiamo avvicinato il Museo al centro della Città, inserendolo in un contesto strutturale che presenta meno criticità rispetto ai sotterranei del castello (ad es. è di gran lunga più agevole l’accesso anche ai disabili dal punto di vista delle barriere architettoniche). Infine, voglio sottolineare come con il trasferimento siamo riusciti ad inserire in un unico edificio tutto il repertorio storico della nostra comunità, visto che Palazzo Bianchi ospita anche l’archivio storico comunale, con documenti che risalgono addirittura al 1300”.

In chiusura, il primo cittadino di Falconara ha ringraziato di cuore le Autorità presenti, tra gli altri il Tenente Colonnello Giorgio Clemente (Comando Militare Esercito), il Ten. Marco Ruffini (Comandante Nucleo Radiomobile di Ancona), il C.llo Massimo Capacchione (Guardia di Finanza) e il Comandante Rocco Polimeno (Capitaneria di Porto delegazione di Falconara), prima di rivolgere un affettuoso saluto a Gabriella Rezzonico (nipote del Baldelli, la madre della Sig.ra Rezzonico era una sorella di Baldelli) presente alla cerimonia.



museo generico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-10-2012 alle 11:17 sul giornale del 03 ottobre 2012 - 666 letture