contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: lunedì riparte il 'Piedibus' per la scuola

5' di lettura
934

piedibus generico

Lunedì prossimo (15 ottobre 2012), torna il PIEDIBUS a Falconara Marittima, che vedrà coinvolti per un paio di mesi circa 45 bambini della Scuola Primaria Leopardi dell’Istituto Comprensivo Falconara Centro e da questa edizione, anche gli alunni della scuola primaria Leonardo da Vinci di Castelferretti.

Il "Piedibus" è un autobus umano, formato da un gruppo di bambini in movimento, accompagnati in tutta sicurezza da due adulti (genitori, nonni, volontari), con capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito. Si tratta di un progetto gratuito rivolto ai bambini residenti entro 800 metri dalla propria scuola. Per maggiori informazioni è possibile contattare il Centro di Educazione Ambientale (CEA) del Comune di Falcoanara Marittima al seguente indirizzo email: cea@comune.falconara-marittima.an.it

""L'Amministrazione comunale – commenta l’assessore Astolfi - ha incluso negli obiettivi dell'ufficio ambiente questo importante progetto che vuole sensibilizzare la cittadinanza ed educare i più piccoli ad evitare l'utilizzo dell'automobile Questo progettoinfatti non ha la pretese di risolvere il problema delle polveri sottili e dell'inquinamento da traffico ma sarà certamente da stimolo e da esempio per ridurre l'uso dei mezzi privati e riscoprire la facilità di muoversi a piedi in città. Rispetto allo scorso anno abbiamo incrementato le linee e il numero di alunni coinvolti. Inoltre siamo riusciti ad estenderle il Piedibus anche a Castelferretti", che per lil suo territorio pianeggiante agevola molto l'utilizzo di mezzi alternativi alle auto e l'andare a piedi".

IL PIEDIBUS è un’iniziativa che coinvolge l’intera collettività: dall’Amministrazione comunale con l’Ufficio Ambiente, il Centro di Educazione Ambientale, la Polizia Municipale, agli Istituti Comprensivi, dai genitori ai volontari della Protezione Civile Comunale, che anche quest’anno attraverso alcuni iscritti supporterà per tutto il periodo di sperimentazione l’esecuzione del piedi bus di Casteferretti. Infatti il Piedibus alla Scuola Leopardi sarà assicurato, sempre con il supporto del CEA, direttamente dai genitori che, dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, hanno costituito un “comitato Piedibus” e danno la propria disponibilità come accompagnatori sulle tre linee già sperimentate.

Per quanto riguarda Castelferretti sono state individuate inizialmente tre linee, che potrebbero diventare quattro in funzione delle ultime adesioni.

Quella che parte lunedì è la terza esperienza di Piedibus a Falconara. Già nelle precedenti edizioni il Servizio Ambiente in collaborazione con il CEA (Centro di educazione ambientale) comunale e l’Istituto Comprensivo Falconara Centro, aveva organizzato a maggio 2011 la prima fase sperimentale del progetto “PIEDIBUS” su di un breve tratto di strada (scelto con il Comando di Polizia Municipale), ritenuto già in sicurezza a cui aderirono 14 bambini (max consentito dalla normativa sono 15 per gruppo).

I bambini, i genitori e gli operatori volontari, in maniera univoca, si dissero soddisfatti dell’esperienza, chiedendone la riattivazione per gli anni scolastici successivi. Tale ottima valutazione della fase sperimentale è divenuta quindi presupposto per riproporre il PIEDIBUS attivo a fine dello scorso anno scolastico, dal 16 aprile /8 giugno 2012. E così dal lunedì al venerdì, 45 bambini della scuola primaria Leopardi, grazie anche alla disponibilità di genitori ed insegnanti che hanno garantito l’accompagnamento a turno degli alunni da casa a scuola e viceversa, hanno partecipato al PIEDIBUS che si è snodato su tre linee individuate sulla base delle loro abitazioni .

IL PIEDIBUS è un modo di andare a scuola o tornare da scuola attraverso la creazione di una sorta di autobus che si muove grazie ai piedi dei propri passeggeri.

Si è strutturato un itinerario, dotato di fermate specifiche e di orari di partenza e di arrivo, lungo il quale si raccolgono i bambini, guidati ed accompagnati sino alla scuola da due adulti: un “autista” davanti ed un “controllore” dietro che chiude la fila e che ha il compito di compilare, ogni giorno, un diario di bordo nel quale vengono segnate le presenze ad ogni viaggio. I bambini si fanno trovare alle fermate prestabilite agli orari indicati, indossando una pettorina ad alta visibilità.

Con il PIEDIBUS i bambini si muovono fuori casa autonomamente, senza essere abbandonati a sé stessi grazie alla presenza degli accompagnatori volontari.

Un’autonomia dalla figura dei genitori che li porta ad un progressivo rafforzamento dell’equilibrio psicologico e ad un positivo aumento del senso di responsabilità nei confronti di se stessi, del gruppo e della città nella quale vivono. Imparano, camminando, ad apprezzare il piacere del movimento, acquisiscono i buoni comportamenti del pedone, a vedere con occhi diversi la loro città, a capire il valore e la bellezza di una città meno inquinata, a divenire testimoni della possibilità di scelta di stili di vita alternativi.

“Continua ancora con maggiore decisione la volontà di impiegare i volontari della protezione civile per favorire la sicurezza e contribuire a questa opera di educazione, anche culturale, che possa favorire la sempre minor dipendenza dall’auto – commenta il vicesindaco Rossi -. Si tratta di un messaggio importante rivolto ai ragazzini e ai genitori e garantiremo un numero adeguato di volontari per dare un segnale di immagine, ma anche concreto per la sicurezza degli alunni”.

Tutte le fermate saranno indicate da apposita segnaletica il cui logo è stato elaborato da bambini della scuola Leopardi.

Agli stessi alunni saranno consegnate pettorine alta visibilità, affinché possano percorrere l’itinerario in sicurezza.

Genitori, Nonni, Volontari della Protezione Civile Comunale e Operatori del CEA, nel ruolo di accompagnatori renderanno tali percorsi sicuri. Nel Loro “Giornale di Bordo” sottoscriveranno ogni variazione e/o anomalia, di cui renderanno partecipi le insegnanti e gli organizzatori del PIEDIBUS.

Tutti i partecipanti a tale iniziativa saranno presenti oggi pomeriggio (giovedì 12 aprile) alla simulazione dei 3 percorsi, con la supervisione al Comando di Polizia Municipale .

Le modalità di vita individualista che stiamo vivendo rendono complesso l’avvio del piedibus, che ha tra gli obiettivi anche la socializzazione e la condivisione di momenti piacevoli, che vengono apprezzati solo successivamente, tanto da diventare stimolo per proseguire ed avviare nuovi percorsi e per questo si ringraziano i genitori che hanno offerto la propria disponibilità, rendendo realizzabile l’iniziativa.

Questo Comune, per tale iniziativa ha voluto investire proprie risorse per contrastare gli effetti negativi del traffico veicolare particolarmente concentrato in tale zona ed anche per l’alta concentrazione delle polveri sottili rilevata nel centro città.



piedibus generico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2012 alle 15:25 sul giornale del 15 ottobre 2012 - 934 letture