contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Presentazione del libro 'Ebrei arabi: terzo incomodo?'

2' di lettura
706

Il tema dello sfruttamento e dell’emarginazione degli ebrei di origini mediorientali (mizrachi, letteralmente “gente che viene da oriente”) all'interno della società israeliana è un aspetto rimosso e poco conosciuto del conflitto che da decenni vede contrapposti lo Stato di Israele e i palestinesi.

E’ dunque particolarmente interessante e prezioso il libro “Ebrei arabi: terzo incomodo?” curato da Susanna Sinigaglia ed edito da Zambon, che sarà presentato venerdì 19 ottobre alle ore 17,30, presso la Casa delle Culture a Vallemiano, nell’ambito del ciclo di conferenze autunnali della Scuola di Pace di Ancona.

La Sinigaglia è anconetana, ma risiede da molti anni a Milano. Fa parte della Rete E.C.O. (Ebrei Contro l’Occupazione) ed è una studiosa del conflitto mediorientale.
Il testo raccoglie saggi di intellettuali ebrei, molti di origini mizrachi, che ripercorrono le origini storiche del problema e analizzano la situazione attuale, raccontando anche vicende terribili sconosciute alla maggior parte dell'opinione pubblica internazionale. All’incontro-dibattito, coordinato da Roberto Frey, interverranno la curatrice del volume Susanna Sinigaglia e Sara Valentina di Palma, ricercatrice presso l’Istituto di Storia dell’Università di Siena.

La Scuola di Pace è una rassegna di incontri gratuiti con ospiti illustri sui temi della pace e della giustizia sociale, promossa da un gruppo di realtà locali del volontariato e Terzo settore, con il patrocinio della Provincia di Ancona e il sostegno del Centro servizi volontariato Marche e rivolta alla cittadinanza. L’edizione 2012 è promossa dalle associazioni: Arci, Casa delle Culture, Festa per la libertà dei Popoli, Circolo Laboratorio Sociale, La Tenda di Abramo, Amnesty International, Emergency, Free Woman, Acu Gulliver, Caritas, Time for peace, Bottega Mondo solidale, Legambiente, Ujamaa per la pace, Cantieri di pace, A piene mani, Rete migranti “Diritti Ora!”, Ondaverde onlus e Gruppo solidarietà.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2012 alle 12:29 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 706 letture