contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Falconara: picchia la moglie incinta e lei trova il coraggio di denunciarlo

2' di lettura
1617

gravidanza

Ha trovato il coraggio di denunciare suo marito, dopo che l'uomo ritornato a casa ubriaco l'ha picchiata. Fatto ancor piu' grave e' che la donna porta in grembo il loro bambino. Per le percosse la donna dovrà rimanere in ospedale per circa 30 giorni. Brutto episodio a Falconara.

L'ha picchiata senza troppo ritegno, nonostante in grembo portasse il frutto del loro amore. A farne le spese una tunisina vittima del marito ubriaco. E così che un uomo di origini tunisina, residente da tempo a Falconara, è stato denunciato dai militari della Tenenza per il grave reato di lesioni personali.

L'uomo, stando alla ricostruzione operata dagli investigatori dell'Arma, avrebbe picchiato la moglie rientrando a casa in stato di pesante alterazione alcolica. È stata proprio la donna a chiamare i carabinieri componendo il 112 non appena il marito si è addormentato.

L'episodio appare ancor più grave ed incomprensibile considerando che la donna è in stato interessante e che all'origine dei maltrattamenti vi sarebbe la richiesta della donna all’atto del rientro a casa del compagno ubriaco, di non alzare la voce per non svegliare gli altri figli minorenni che in quel momento stavano dormendo.

È stata proprio la donna a chiamare i carabinieri componendo il 112 non appena il marito si è addormentato. L'episodio appare ancor più grave ed incomprensibile considerando che la donna è in stato interessante e che all'origine dei maltrattamenti vi sarebbe la richiesta della donna all’atto del rientro a casa del compagno ubriaco, di non alzare la voce per non svegliare gli altri figli minorenni che in quel momento stavano dormendo.

Ora per lei la prognosi è di 30 giorni, la donna è stata ricoverata all'ospedale di Torrette. Allertati anche i servizi sociali a tutela dei due figli minori della coppia.



gravidanza

Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2012 alle 09:16 sul giornale del 23 ottobre 2012 - 1617 letture