contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Romantico week end nella città dei Dogi

2' di lettura
1142

Se avete intenzione di trascorrere un romantico fine settimana autunnale, vi consiglio di immergervi nell’atmosfera incantata di Venezia.

Venezia è una città meravigliosa che in effetti necessiterebbe di un po’ di giorni per essere visitata come si deve, ma considerato che questo è un periodo in cui ognuno ha ripreso a lavorare ci si deve accontentare del tempo stretto di un week end, almeno per un primo assaggio.

Se non siete troppo lontani dal Veneto, potete arrivare a Venezia tramite la ferrovia e scendere alla stazione Santa Luci. Quando uscirete dalla stazione ferroviaria godrete immediatamente del fantastico spettacolo offerto dal famosissimo Canal Grande, il canale che arriva fino a San Marco dividendo la città a metà.

Per comodità, soprattutto se avete qualche bagaglio in più, potrete decidere di soggiornare in un hotel nei pressi della stazione. Dato che il tempo a vostra disposizione non è molto, per iniziare a gustare subito la città vi consigliamo di imbarcarvi su un vaporetto e di dirigervi a Piazza San Marco.

Se prenderete il vaporetto direttamente dalla stazione, durante il tragitto che va dal vostro imbarcadero a San Marco potrete ammirare il celeberrimo ponte di Rialto e tutti i palazzi che si affacciano sul Canal Grande; tra i palazzi più importanti ci sono: il palazzo Vendramin, sede del casinò municipale, Ca’ D’Oro e palazzo Grassi, conosciuto dappertutto per le mostre d’arte che vengono periodicamente allestite al suo interno.

Una volta arrivati in Piazza San Marco, rimarrete estasiati di fronte allo spettacolo della Basilica dedicata appunto a San Marco evangelista, un trionfo di cupole e di merletti in stile bizantino. Accanto alla Basilica, potrete ammirare il palazzo Ducale, visitabile in orari prestabiliti, e il Ponte dei Sospiri. Una raccomandazione: non si può andare a Venezia in autunno senza pensare al rischio acqua alta, per questo è opportuno che mettiate nel vostro bagaglio anche degli stivaletti di gomma, perché Venezia e le sue maree sono davvero imprevedibili.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2012 alle 00:45 sul giornale del 31 ottobre 2012 - 1142 letture