E' movimento arancione anche nella provincia di Ancona: inizia il cammino di 'Cambiare si può'

movimento arancione cambiare si puo 1' di lettura Ancona 09/12/2012 - Inizia anche nella provincia di Ancona il cammino di 'Cambiare si può'.

Dunque è cominciato. Venerdì a Chiaravalle si sono dati appuntamento quanti, nella provincia di Ancona, in queste settimane hanno sottoscritto il documento “Cambiare si può”: Un incontro molto partecipato, ricco di interventi, una sala piena di persone, di idee di proposte e perché no, anche di dubbi, ma consapevole che i conflitti, le iniziative territoriali, le vertenze sociali hanno bisogno di rappresentanza politica, come chi non ci sta a essere omologato nel pensiero unico del “lo chiedono i mercati” e nelle ricette che il governo Monti e i partiti che lo sostengono hanno usato non contro la crisi bensì contro i pensionati i lavoratori, gli studenti la democrazia.

L'appuntamento è servito per tracciare l'agenda di lavoro che porterà il 22 prossimo a Roma a definire caratteristiche, regole e programma del polo “arancione”. Infatti nel prossimo fine settimana a Jesi prima e a Civitanova poi saranno indette assemblee aperte per raccogliere quante più proposte e indicazioni possibili. Intanto l'assemblea, dopo essersi data una prima e provvisoria struttura di coordinamento, ha votato all' unanimità un documento di sostegno e adesione alla manifestazione che martedì 11 gli studenti medi delle Marche realizzeranno a difesa della scuola pubblica e del diritto allo studio. Un primo passo ma fatto con il piede giusto. Ancona, 9 dicembre 2012 Coordinamento “Cambiare si può” della provincia di Ancona


da Comitato "Cambiare si può"
movimento arancione
provincia di Ancona







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2012 alle 23:16 sul giornale del 10 dicembre 2012 - 1150 letture

In questo articolo si parla di attualità, Cambiare si può, movimento arancione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/G4i





logoEV