Falconara: raccolta differenziata, arrivano gli ispettori ambientali

Raccolta differenziata 6' di lettura 20/12/2012 - Come annunciato dall’Amministrazione comunale ha preso avvio sul territorio comunale di Falconara l’attività di degli Ispettori Ambientali. "Il miglioramento del servizio di igiene urbana passa anche attraverso questa novità – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Astolfi - volta al controllo e all'educazione al corretto conferimento di rifiuti nel cassonetto.

Fare una buona raccolta differenziata significa salvaguardare l'ambiente e pure il portafogli di ognuno di noi cittadini che paghiamo la TARSU. Questa figura servirà ad informare e stimolare i cittadini al rispetto del regolamento sull’igiene urbana, ma sarà anche un forte deterrente e strumento di contrasto all’abbandono fraudolento dei rifiuti, spesso anche pericolosi". Le due figure fornite dall’Azienda Marche Multiservizi, dopo un periodo di formazione, hanno iniziato a monitorare il corretto svolgimento della raccolta differenziata da parte dei cittadini. Nella fase iniziale della loro attività gli Ispettori svolgeranno soprattutto una funzione informativa ed educativa nei confronti della utenze, sia domestiche che produttive, affinché il conferimento della diverse frazioni di rifiuto avvenga nella maniera corretta. Qualora si dovessero rilevare scarichi scorretti, che proseguono anche dopo aver fornito i necessari chiarimenti e istruzioni, ovvero scarichi impropri o abusivi, sarà loro compito procedere alla contestazione della violazione.

La figura dell’Ispettore pertanto consentirà ai cittadini di avere innanzitutto un punto di riferimento costante per effettuare al meglio la raccolta differenziata e collaborare al raggiungimento di sempre migliori risultati e, d’altro canto, di sanzionare comportamenti scorretti che possono vanificare, attraverso i conferimento errati, l’impegno di chi opera correttamente la raccolta. In quest’ottica l’Amministrazione comunale sta predisponendo un atto con cui stabilire le sanzioni in funzione della tipologia di infrazioni, così da abbinare quella più alta per infrazioni più gravi, quali ad esempio l’abbandono di rifiuti ingombranti fuori dei cassonetti o il conferimento di rifiuti pericolosi nei contenitori adibiti alla differenziata. Il dispositivo non è ancora stato approvato ma a grandi linee la bozza del regolamento che sarà in vigore su tutto il territorio comunale sancisse che: · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 1, ovvero: “Nel momento di formazione dei rifiuti, gli utenti dovranno osservare le cautele necessarie a garantire l’igiene nella successiva fase di conferimento” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 50,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 2, ovvero: “Il conferimento dei rifiuti urbani ed assimilati deve essere effettuato dagli utenti esclusivamente nell’orario stabilito con l’ordinanza sindacale di cui all’articolo 13, utilizzando le attrezzature messe a disposizione o autorizzate dal Comune” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 25,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 3, ovvero: “È vietato immettere nei contenitori residui liquidi o sostanze incendiate” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 150,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 4, ovvero: “ Le sostanze putrescibili dovranno essere immesse avendo cura di evitare qualsiasi dispersione o cattivo odore” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 100,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 5, ovvero: “Nelle zone in cui il conferimento viene effettuato in sacchi a perdere, particolare cura dovrà essere rivolta ad evitare che frammenti di vetro, residui ed oggetti taglienti od acuminati possano causare lacerazioni ai sacchi o lesioni agli addetti della raccolta.” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 50,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 6, ovvero: “È vietata la cernita dei rifiuti dai contenitori” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 50,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 7, ovvero: “È vietata l’utilizzazione di contenitori quando il grado di riempimento non ne consenta la perfetta chiusura” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 70,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 8, ovvero: “È tassativamente vietato il deposito dei rifiuti, anche se custoditi in involucri protettivi perfettamente sigillati, a lato dei contenitori” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento, per abbandono di Rifiuti INGOMBRANTI e/o pericolosi, è pari ad € 500,00.

Negli altri casi è pari ad € 200,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 18 comma 9, ovvero: “È altresì vietato l’incendio dei rifiuti, sia in area pubblica che in area privata” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 200,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 19 comma 1, lettere a) b) c)..ovvero: “Nei contenitori posizionati per il conferimento dei RU e RAU è vietato conferire: a) rifiuti pericolosi; b) rifiuti speciali non assimilati; c) rifiuti urbani ingombranti; fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 300,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 19 comma 1, lettera d), e) ovvero: d) rifiuti speciali assimilati per il cui conferimento siano state istituite speciali articolazioni del servizio di raccolta, ovvero, raccolte differenziate; e) rifiuti urbani per i quali sia stata istituita apposita raccolta differenziata; fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento è pari ad € 150,00 · in caso di violazione alle disposizioni del Regolamento comunale di cui all’art. 53 ovvero: “Chiunque conduce cani o altri animali per le strade, aree pubbliche o private ad uso pubblico e per parchi e giardini è tenuto ad adottare gli accorgimenti necessari per assicurare l’immediata pulizia del suolo contaminato dalle deiezioni. In ogni caso, dovrà provvedere personalmente e tempestivamente all’eliminazione e all’asporto degli escrementi solidi eventualmente sversati” fermi i limiti edittali stabiliti dal Regolamento, il pagamento in è pari ad € 50,00






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2012 alle 23:33 sul giornale del 21 dicembre 2012 - 1889 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hwu





logoEV