Duca: 'Dimissioni del Sindaco: Gramillano ha mantenuto la parola. Ora le 'ultime cose da fare'

Eugenio Duca 2' di lettura Ancona 28/12/2012 - Prendo atto che il Sindaco ha mantenuto la parola data durante la Conferenza dei capi gruppo e in Consiglio comunale rassegnando le dimissioni.

Per quanto riguarda gli ultimi atti del Consiglio non sono state ancora definite le priorità. L'accordo prevede che si svolga, prima dei due prossimi Consigli, una riunione dei capi gruppo per definirle in modo unitario. Quelle indicate dal Sindaco non sono. almeno per Sinistra per Ancona, le priorità di Ancona. Provo ad indicarne alcune, ovviamente come contributo e senza pregiudizi: le varianti per i "beni comuni": ex Savioa e ex IPSIA; le varianti richieste dall'Autorità Portuale (lo Stato) sulle arre ex Bunge e ex Fiera della Pesca, la soluzione per garantire l'effettivo svolgimento dell'anno scolastico all'Istituto Musicale Pergolesi. Inoltre è urgentissima, anzi PREGIUDIZIALE A OGNI POSSIBILITA' DI INTESA, la revoca della Deliberazione di Giunta sull'ex Metropolitan.

L'Assessore Maiolini, l'Assessore Giaccaglia e il Sindaco, hanno compiuto un atto politicamente inqualificabile: l'ennesimo regalo alla Metropolitan Building. Mentre hanno imposto un salasso ai cittadini con l'IMU. Forse non è ancora stato sufficente che le perizie all'Agenzia del Territorio, commissionate a seguito delle richieste di variante al PRG avanzate dalla proprietà, SONO STATE PAGATE dal Comune con la modica cifra di 35.000,00 euro.

Forse non è bastato che la Giunta ha deliberato persino "il premio incentivante" ai dipendenti comunali, per oltre 5.000,00 euro per predisporre la variante ex Metro e che la Giunta si appresta a richiedere una nuova perizia, AL RIBASSO, all'Agenzia del Territorio con lo scopo di far ridurre il corrispettivo a favore del Comune e un nuovo premio incentivante ai dipendenti comunali per fare la variante richiesta da M&B. Sappiano il Sindaco e la Giunta che la misura è colma! Prima di esaminare ogni richiesta della M & B, la stessa deve "previamente rimborsare" al Comune, cioè ai cittadini di Ancona, le decine di migliaia di euro pagate dal Comune in conto terzi, o meglio, in conto M & B.

Apprendo che alcune personalità, come gli Assessori Maiolini e Celestini, hanno presentato la propria candidatura a parlamentare. Mi domando, alla luce degli atti da Loro prodotti, con quale obiettivo? Quello di assecondare i ricchi potenti e danneggiare i cittadini? Il fallimento in Comune è, per il PD, un premio?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-12-2012 alle 00:26 sul giornale del 28 dicembre 2012 - 908 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HGH





logoEV
logoEV