contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fibrosi Cistica: con vivi wireless esercizio fisico in libertà tra alla terapia e divertimento

5' di lettura
1486

ospedale di Torrette di Ancona

Fibrosi Cistica: con Vivi Wireless esercizio fisico in libertà maggiore aderenza alla terapia e divertimento. Un progetto che contribuisce a migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Presso il Centro Regionale di Fibrosi Cistica degli Ospedali Riuniti di Ancona, parte il progetto “Vivi Wireless”, un’iniziativa che offre ai pazienti seguiti dalla struttura l’opportunità di utilizzare, gratuitamente e sotto il controllo del fisioterapista, la console XBOX Kinect per accompagnare la fisioterapia respiratoria giornaliera con l’esercizio fisico, una componente fondamentale nella cura della patologia. Fisioterapia, ginnastica respiratoria, esercizio fisico fanno parte delle attività quotidiane dei pazienti con Fibrosi Cistica (in Italia circa 5.000), la più comune tra le patologie genetiche, una malattia caratterizzata da un progressivo deterioramento della funzionalità polmonare con grave compromissione della qualità della vita.

Per contrastare questo processo e per ridurre il numero delle ricadute da infezioni polmonari, il paziente ha bisogno di cure costanti e prolungate, che implicano un impegno quotidiano di almeno 2 ore, fra farmaci da assumere per inalazione e per via orale ed esercizi da eseguire. “Vivi Wireless”, nato dalla collaborazione fra la Lega Italiana Fibrosi Cistica e Novartis, mette a disposizione dei pazienti una modalità innovativa per l’allenamento da sforzo: uno strumento wireless che amplifica la libertà di movimento e che, grazie a una componente ludica decisamente più coinvolgente, consente di allontanare noia e ripetitività degli esercizi. Il Dott. Rolando Gagliardini, Direttore del Centro Regionale Fibrosi Cistica (CRFC) degli Ospedali Riuniti di Ancona, che assiste 170 pazienti di cui il 16% di provenienza extra-regionale, è stato tra i primi a far partire il progetto “Vivi Wireless”.

“L’attività fisica effettuata con il supporto di X-Box Kinect risulta particolarmente piacevole e divertente per i bambini, gli adolescenti e i giovani adulti con Fibrosi Cistica. Questo strumento, utile complemento alla fisioterapia respiratoria, determina un migliore allenamento allo sforzo, una maggior aderenza alla terapia fisica con conseguente migliore possibilità di controllare la malattia” – ha spiegato Gagliardini. Il progetto è molto gradito dai pazienti adolescenti e giovani adulti che rappresentano un buon numero tra quelli seguiti dal Centro degli Ospedali Riuniti di Ancona. “Vivi Wireless” – ha proseguito – “è un progetto perfettamente in linea con gli obiettivi di miglioramento degli standard assistenziali che il CRFC persegue fin dal 1980 (anno di inizio dell’attività) standard che hanno determinato un azzeramento della migrazione extra-regionale dei pazienti.

I pazienti afferenti al CRFC sono in costante e progressiva crescita, proprio perché il malato di FC, una volta diagnosticato, deve poi essere assistito per tutta la vita. Il miglioramento delle cure, applicate precocemente fin dall’età neonatale, ha determinato un notevole aumento della sopravvivenza con aumento del numero dei pazienti adulti, che attualmente rappresentano circa il 40% dei nostri pazienti”. Il CRFC, promuove anche attività di assistenza domiciliare e di ricerca. “In collaborazione con le Istituzioni regionali” – ha concluso il responsabile del Centro – “il CRFC sta realizzando una rete di assistenza regionale e di terapia domiciliare tesa a ridurre la necessità dei ricoveri ospedalieri e a migliorare la qualità di vita dei pazienti. Il CRFC è impegnato anche in progetti di ricerca in tema di registro di patologia, screening neonatale, sperimentazioni cliniche del farmaco, genetica, telemedicina, epidemiologia, nutrizione e fisioterapia respiratoria, che hanno anche importanti risvolti assistenziali nella vita quotidiana dei malati di Fibrosi Cistica”. La partecipazione al Progetto da parte del Centro Regionale Fibrosi Cistica degli Ospedali Riuniti di Ancona trova il consenso dei pazienti. "Ci auguriamo che molti di coloro che oggi non praticano adeguata attività fisica quotidiana possano trovare utile questo nuovo strumento” - afferma Grazia Salvatori, rappresentante della Lega Fibrosi Cistica per le Marche. “Vivi Wireless” richiama i concetti di libertà, di autonomia e di levità, traguardi auspicabili, ma non sempre facili da raggiungere per chi è affetto da Fibrosi Cistica" Novartis, da sempre attenta alla qualità della vita dei pazienti, ha aderito con entusiasmo a questo progetto, come dimostrano le parole di Philippe Barrois, Amministratore Delegato e Country President di Novartis in Italia: “Vivi Wireless offre ai pazienti una nuova prospettiva nella gestione della fibrosi cistica con una modalità più coinvolgente e motivante.

La fibrosi cistica rappresenta un’area di forte impegno per la nostra ricerca, che ha in studio diversi progetti, per molecole che potrebbero non solo controllare la malattia ma addirittura modificarla”. Disclaimer Il presente comunicato stampa si riferisce all’attuale stato dell’arte delle conoscenze del prodotto e contiene alcune indicazioni che potrebbero non corrispondere ai futuri dati disponibili. Nel caso in cui si concretizzino rischi o incertezze, oppure nel caso in cui gli assunti che hanno determinato le anticipazioni dovessero risultare errati, i risultati effettivi potrebbero essere diversi da quelli descritti in questa sede come anticipati, creduti, stimati o attesi. Novartis Novartis fornisce soluzioni terapeutiche in grado di far fronte alle esigenze, in continua evoluzione, dei pazienti e della società. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis offre un portafoglio diversificato per meglio rispondere a queste esigenze: farmaci ad alto contenuto di innovazione, prodotti per la cura dell’occhio, farmaci generici a costi competitivi, vaccini preventivi e dispositivi diagnostici, prodotti per automedicazione e specialità veterinarie. Novartis è la sola azienda al mondo a detenere una leadership in tutte queste aree. Nel 2011, le attività in prosecuzione del Gruppo hanno registrato un fatturato di 58,6 miliardi di dollari, mentre circa 9,6 miliardi di dollari (9,2 miliardi di dollari escluse le svalutazioni e gli ammortamenti) sono stati investiti in Ricerca & Sviluppo. Le società del Gruppo Novartis contano circa 126.000 collaboratori e operano in oltre 140 Paesi nel mondo. Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito www.novartis.com.



ospedale di Torrette di Ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-01-2013 alle 18:19 sul giornale del 03 gennaio 2013 - 1486 letture