contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Muse: 11 e il 13 gennaio si apre la Stagione Lirica con Debussy e Mascagni

3' di lettura
2276

Sipario teatrale

Si apre l’11 e il 13 gennaio la Stagione Lirica della Fondazione Teatro delle Muse con il dittico L’enfant prodigue di Debussy e Cavalleria rusticana di Mascagni Sul podio il maestro Carla Delfrate Regia, scene e luci di Arnaud Bernard Partecipano la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro Lirico Marchigiano Vincenzo Bellini Domenica 6 gennaio ore 11 al Ridotto la guida all’opera a cura di Fabio Brisighelli

La Stagione Lirica 2012/13 di Ancona curata dalla Fondazione Teatro delle Muse con la direzione artistica del Maestro Alessio Vlad si apre venerdì 11 gennaio alle 20.30 e domenica 13 gennaio alle ore 16.00 con il dittico L’enfant prodigue di Claude Debussy e Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni con direttore d’orchestra Carla Delfrate e con regia, scene, luci di Arnaud Bernard.Interpreti nell’Enfant prodigue sono: Elisabetta Martorana (Lia), Davide Giusti (Azaël), Gianfranco Montresor (Siméon), e per Cavalleria Rusticana: Anna Malavasi (Santuzza), Aliona Staricova (Lola), Kamen Chaved (Turiddu), Gianfranco Montresor (Alfio), Giovanna Donadini (Lucia).

L’opera è un nuovo allestimento della Fondazione Teatro delle Muse. Partecipano la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini” con Maestro del Coro Pasquale Veleno. Come di consueto si terrà presso il Ridotto del Teatro delle Muse domenica 6 gennaio alle ore 11.00 la guida all’opera a cura del critico musicale Fabio Brisighelli. Rispetto alla scelta del dittico che apre la Stagione Lirica è importante sottolineare per quanto riguarda Cavalleria Rusticana che nel 2013 ricorre il centocinquantesimo anniversario della nascita di Pietro Mascagni (Livorno, 1863 - Roma, 1945). Le due composizioni: L'enfant prodigue (1884), per soli e orchestra su libretto di Edouard Guinand e Cavalleria Rusticana (1890), opera in un unico atto, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci e tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga, sono quasi coeve, solo sei anni le separano. I due compositori erano giovanissimi quando le scrissero: Debussy aveva 22 anni, Mascagni 27 anni e grazie a queste due composizioni entrambi vinsero un concorso: Debussy il "Prix de Rome", Mascagni il concorso indetto dalla Casa Sonzogno. La religione domina i due testi, ma vista sotto due aspetti molto diversi: L'enfant prodigue è la parabola del "figliol prodigo" tratta dal Vangelo di Luca, musicata da colui che diventerà il maggior esponente dell'impressionismo musicale francese (insieme a Ravel); Cavalleria Rusticana è un'opera italiana profondamente viscerale (Verga-Verismo) e carnale, ma dominata dall'importanza che tutta la vicenda (che rispetta le unità aristoteliche di tempo e di luogo) si svolge nel giorno di Pasqua-Resurrezione di Gesù.

Prosegue come di consueto il lavoro accanto alla FORM Orchestra Filarmonica Marchigiana e con il Coro Lirico Marchigiano “Vincenzo Bellini”. Si è instaurata anche una collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche e la sua Scuola di Teatro per il reclutamento di figuranti in Cavalleria rusticana. La seconda opera in cartellone sarà poi Madama Butterfly, musica di Giacomo Puccini, in scena l’8 e il 10 febbraio 2013 al Teatro delle Muse con direttore d’orchestra Renato Palumbo, regia, scene, costumi e luci di Arnaud Bernard. E’ possibile ancora abbonarsi alle due opere fino alla seconda replica del dittico presso la biglietteria del Teatro delle Muse, tel. 071 52525 - biglietteria@teatrodellemuse.org dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30, il sabato dalle 17.00 alle 19.30.



Sipario teatrale

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2013 alle 16:58 sul giornale del 04 gennaio 2013 - 2276 letture