contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Falconara: ultimi giorni per visitare la natività

2' di lettura
654

Presepe alle Grotte del Castello di Falconara

Ultime due settimane per godere della magia del presepe a Falconara. L’esposizione al pubblico infatti proseguirà fino al 30 gennaio.

Come ogni anno il 24 dicembre è ritornato il tradizionale appuntamento con “Visitate il Presepe”. La natività, esposta alle Grotte del Castello di Falconara Alta, da lunedì 7 gennaio nelle ore mattutine (dalle 9 alle 12) può essere visitata da gruppi o scuole solo su prenotazione, mentre nel pomeriggio l’ingresso è libero dalle 15 alle 19. Nel week end gli orari rimangono immutati, ma senza l’obbligo di prenotazione.

“Abbiamo trasferito il presepe da Rocca Priora nelle grotte del castello di Falconara Alta – spiega il presidente Fabio Silvestri - e per ciò ringraziamo l’Amministrazione comunale ed in particolare il Sindaco per averci messo a disposizione tutto l’anno questi spazi dove possiamo lavorare indisturbati per presentare poi ai visitatori questo stupendo presepe che a detta di molti è tra i migliori della nostra regione”.

Tante le novità. Su tutte, la zona dedicata al mare e alla pesca. Per l’esposizione 2012/13 sono stati aggiunti almeno 20 nuovi pupi in movimento impegnati negli antichi mestieri. Nella nuova ala del presepe è possibile osservare il fattore intento nella mungitura, le massaie che lavano i panni alla fonte e poi li stendono ad asciugare. Non solo. Le casalinghe che filano la lana e puliscono vetri e pavimenti, mentre i pescatori calano le reti sul mare mosso. Una nuova magia per cui sono stati utilizzati 6000 nuovi coppi per i tetti e 8000 mattonelle per la pavimentazione in terracotta in un lavoro certosino portato avanti dall’associazione tutto l’anno.

Per info e prenotazioni è possibile rivolgersi al Comitato Presepe di Rocca Priora (tel. 3338492836).



Presepe alle Grotte del Castello di Falconara

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-01-2013 alle 13:51 sul giornale del 16 gennaio 2013 - 654 letture