contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Numana: 'porta a porta’ per la raccolta dei rifiuti

4' di lettura
2564

Sistema ‘porta a porta’ per la raccolta dei rifiuti a Numana, avanzamento dell’opera di adeguamento del sistema fognario nel territorio comunale di Osimo, avvio dei lavori per la realizzazione della cabina primaria dell’energia elettrica nel comune di Recanati.

Questi i progetti principali che vedranno impegnato nel 2013 il Gruppo Astea, multiutility a prevalente capitale pubblico locale che opera nell’ambito dei servizi energetici, idrici e ambientali. “Per il nuovo anno si conferma il nostro impegno per il potenziamento dei servizi ai cittadini e per la qualità ambientale - commenta Giancarlo Mengoni, presidente di Astea spa –, con interventi che riguardano l’efficienza energetica, la raccolta differenziata, la tutela della risorsa idrica, con miglioramenti anche infrastrutturali. Nuove sfide che affrontiamo con la forza di una realtà storica, profondamente radicata nel territorio e in costante crescita: il numero dei cittadini che utilizzano i nostri servizi è passato dai 129.690 del 2008 ai 143.011 del 2012”.

Il sistema ‘porta a porta’ prenderà il via a Numana in marzo e verrà gestito dal Gruppo Astea che si è aggiudicata il bando di gara indetto dal Consorzio Conero Ambiente, forte dei risultati molto positivi ottenuti in altri comuni. Con il nuovo servizio, si punta a portare la raccolta differenziata dagli attuali livelli del 46% al 65%. Astea, in stretto raccordo con Conero Ambiente e l’amministrazione comunale di Numana, avvierà una capillare campagna di informazione ed un piano di incontri territoriali per fornire ai cittadini tutti i dettagli sulle modalità della raccolta. Sempre sul fronte dei rifiuti, ad Osimo verrà ampliata l’isola ecologica e sarà realizzata una nuova isola a servizio della zona sud-ovest; verrà inoltre potenziato l’impianto di trattamento di San Biagio, con interventi che si concluderanno nel 2014 per un investimento complessivo di circa 2 milioni di euro. Proseguirà inoltre il piano complessivo di investimenti che Astea sta realizzando per collegare gli scarichi provenienti dal versante nord e versante ovest di Osimo sino al depuratore di Castelfidardo. L’opera, del valore complessivo di 7 milioni di euro, viene realizzata a seguito dell’approvazione del progetto da parte del Comune di Osimo e in attuazione della convenzione stipulata con l’Aato n.3 Marche Centro e delle pianificazioni concordate con la Regione Marche; ha l’obiettivo di porre fine ad una lunga situazione di disagio per i cittadini: fino ad oggi le acque reflue non venivano conferite a depurazione, ma trattate da minidepuratori installati dai privati. In dettaglio, nel 2013 gli interventi riguarderanno la frazione di San Biagio e il versante nord di Osimo.

Per quanto riguarda il servizio idrico, sempre maggiore attenzione viene dedicata al problema della dispersione idrica, con un progetto che fornirà un quadro esatto della situazione nei territori serviti, in modo da migliorare ulteriormente l’efficienza e preservare il più possibile la risorsa idrica. Altro importante progetto riguarda Recanati, dove da anni la gestione delle reti elettriche presenta non poche difficoltà perché l’energia viene gestita attraverso più zone di connessione; nel 2013 verranno avviati i lavori per la realizzazione di una cabina primaria che garantirà una migliore qualità e continuità del servizio elettrico. I lavori si concluderanno nel 2015, con un investimento complessivo pari a 3 milioni di euro. Il 2013 vedrà inoltre svilupparsi il progetto per la mobilità elettrica, con l’installazione di colonnine di ricarica nelle sedi Astea di Osimo e Recanati. Proseguirà inoltre l’impegno del Gruppo sul fronte dell’educazione ambientale, con iniziative che coinvolgeranno i bambini della scuola dell’infanzia e delle scuole medie e percorsi didattici al Parco Verde Energia di Campocavallo di Osimo.

Tra i principali interventi realizzati nel 2012 si possono citare: il completamento del collettore fognario di Osimo Stazione e il potenziamento del collettore fognario di Campocavallo; l’avvio del ‘porta a porta’ a Filottrano; la realizzazione dell’impianto fotovoltaico nella sede di Recanati; numerosi interventi alle linee elettriche in bassa e media tensione necessari per la connessione di impianti fotovoltaici; investimenti sulle cabine che alimentano la distribuzione del gas per migliorare ulteriormente i livelli di sicurezza; avvio dell’installazione di misuratori telegestiti, ovvero contatori che possono essere gestiti da remoto.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2013 alle 18:00 sul giornale del 23 gennaio 2013 - 2564 letture