contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Chiusura galleria Risorgimento: Sinistra per Ancona 'Strumentalizzazioni inaccettabili dai partiti'

2' di lettura
1756

sinistra per ancona

Per i prossimi mesi Ancona sarà come una persona alla quale sono stati immobilizzati un braccio e una gamba per fratture. L'immobilità è necessaria per riparare i guasti ma determina inevitabili sacrifici e impedimenti rispetto alla vita quotidiana.

La principale via d'accesso della città verrà bloccata per insuperabili motivi di sicurezza dei cittadini, prima che la volta della galleria ceda con le immaginabili conseguenze di danni alle persone e alle cose. Questo, ad avviso di Sinistra per Ancona, dovrebbe essere l'approccio delle forze politiche responsabili. Invece PD e altri stanno usando questa emergenza per fare campagna elettorale contro il Commissario (come se potesse evitare i lavori e la chiusura), nel vano tentativo di cavalcare il malcontento delle categorie produttive.

Ad avviso di Sinistra per Ancona occorre affrontare la situazione partendo dal fatto che la struttura comunale, dai tecnici agli operai ai vigili urbani, cercheranno di supplire al meglio ai disagi; che al verificarsi di situazioni di forte criticità si potrà procedere a correzioni in corso d'opera, con la necessaria duttilità non essendoci nulla di immodificabile, ma che tutto va sperimentato, soprattutto quando si parla di "mobilità". C'è invece un problema molto serio per i commercianti e altre attività che COMUNQUE subiranno mancati, o ridotti, introiti per alcuni mesi. In altri tempi si sarebbe potuto soprassedere, ma nell'attuale situazione di crisi, la "politica", potrebbe, e questa è la proposta di Sinistra per Ancona, far scattare la solidarietà della comunità.

Si garantisca al Commissario che chiunque vincerà le elezioni amministrative, provvederà a garantire un contributo economico ai commercianti che saranno colpiti dal calo di vendite e di introiti. Un contributo economico che possa ristorare, almeno in parte, quanto verrà perso. Di fronte a tale impegno il Commissario potrà predisporre gli atti a garanzia delle persone colpite e la nuova Amministrazione li onorerà. Se si pensa che la passata Giunta ha sperperato 150.000 euro per il semaforo, mai utilizzato, all'incrocio di Torrette non dovrebbe essere impossibilile trovare le risorse necessarie.

Si darebbe senso altresì all'idea di "comunità" e i commercianti, incolpevoli, saprebbero che Ancona non lascia "solo" nessuno. Anzi, è proprio di fronte alle calamità e alle emergenze (quale è la chiusura del principale varco di Ancona), che si misura il senso di solidarietà e di civiltà di una comunità. Sentimenti e virtù che Ancona ha già dimostrato di possedere e che può sicuramente replicare. Se fosse Sinistra per Ancona a vincere le elezioni lo farà, dicano le altre forze e i candidati Sindaci finora in corsa, se vogliono impegnarsi, in tal senso.



sinistra per ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2013 alle 19:06 sul giornale del 23 marzo 2013 - 1756 letture