Falconara: non paga la droga e viene minacciato di morte

1' di lettura 01/08/2013 - Sono stati i carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima ad arrestare, giovedì pomeriggio per estorsione, P.M. 32 enne, di origini napoletane, residente nella Vallesina, per reati contro il patrimonio e contro la persona.

L'arresto è scaturito a seguito di una lunga indagine da parte dei militari dell'Arma, partita con una segnalazione di sopraffazioni e minacce subite da un ragazzo di Falconara, implicato in problemi di droga, a causa di una partita di cocaina non pagata.

Il giovane, come riferito dagli investigatori, sarebbe stato più volte minacciato di morte da P.M. che, oltre a chiedergli insistentemente e direttamente delle somme di denaro, utilizzava altre persone, suoi fedeli collaboratori, per fare pressione sullo stesso, sino ad arrivare ad episodi di violenza nei confronti della vittima.

La scaltrezza e le cautele di P.M. nel commettere il reato non è stata però sufficiente per coprire tutti i suoi movimenti e i carabinieri hanno raccolto le prove che accertano il fatto, mettendo in evidenza un’ampia disinvoltura nel ricorso alla violenza, all’intimidazione e allo spirito di sopraffazione, nonché alla capacità di sfruttare e dirigere altri soggetti in posizione di subalternità per curare i propri interessi illeciti.

P.M. si trova ora in carcere a Monteacuto, e dovrà rispondere davanti all’Autorità Giudiziaria di quanto commesso. Nel frattempo continuano le indagini e gli accertamenti da parte dei militari dell’Arma per verificare responsabilità penali in capo ad altri soggetti, vicini collaboratori dell’attuale arrestato.






Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2013 alle 18:35 sul giornale del 02 agosto 2013 - 1517 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, droga, carabinieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/QcK





logoEV
logoEV