contatore accessi free

Festival Adriatico Mediterraneo: dalla Grecia alle donne arabe, dalla Croazia alla cultura ebraica

film 'La sabbia nelle tasche' di Filippo Grilli 7' di lettura Ancona 19/08/2013 - Dalla Grecia alle donne arabe, dalla Croazia alla cultura ebraica: il centro del Mediterraneo è Ancona.

7 focus per scoprire cosa si muove intorno al Mediterraneo, tra incontri, dibattiti, musica, film La Croazia e le donne arabe, la Grecia e le Resistenze, la cultura ebraica, il Parco del Conero e il lavoro nei cantieri navali. Sono tanti i fili che si intrecciano ad Adriatico Mediterraneo 2013, il festival che dal 24 al 31 agosto 2013 trasforma Ancona nel crocevia delle culture del mare, nel luogo d’incontro e di confronto sulle questioni che si agitano sulle sponde del Mediterraneo. Tra incontri, dibattiti, libri, film, musica, teatro, performances nei luoghi più belli del capoluogo delle Marche sono 7 i focus principali attorno a cui ruoteranno le iniziative della VII edizione del festival

. Croazia La Croazia è un Paese che con le Marche, e con la città di Ancona in particolare, ha avuto nei secoli un rapporto privilegiato e intenso. Per approfondire e conoscere meglio la cultura e la storia di questo “nuovo” membro dell’Unione Europea, nel programma di Adriatico Mediterraneo 2013 saranno ospitati artisti, intellettuali e rappresentati delle istituzioni provenienti dalla Croazia. Già dall’inaugurazione di sabato 24 agosto, alle 18.00 alla sede dell’Iniziativa Adriatico Ionica, si aprirà un percorso croato che accompagnerà il Festival per tutta la sua durata. Protagonista della cerimonia di apertura sarà infatti l’ambasciatore Croato in Italia Damir Grubiša, al quale verrà consegnato il premio Adriatico Mediterraneo 2013.

Damir Grubiša è, oltre che rappresentante di Zagabria in Italia, professore di scienze politiche e uno degli intellettuali più importanti della Croazia, da anni impegnato nella diffusione della pace dei diritti umani. Alla cerimonia prenderà poi parte anche Ivo Baldasar, sindaco di Spalato, per il gemellaggio tra le due città, le due “porte” dei loro Paesi sull’Adriatico. Si tratta quindi di una presenza istituzionale molto significativa e particolarmente importante proprio nell’anno dell’ingresso della Croazia nell’Unione Europea. In serata poi, alle 21 alla Chiesa del Gesù, va in scena Hotel Memorial, lo spettacolo di Alen Čelić che unisce mimo e teatro, musica e danza.

Lunedì 26 agosto è poi il giorno del cinema d’animazione, con un serrato confronto tra il meglio della produzione Marchigiana e Croata a partire dalle 18.00 alla Loggia dei Mercanti: ospite d’onore Daniel Suljic, direttore artistico di Animafest, il festival del cinema d’animazione di Zagabria, uno dei più importanti e interessanti d’Europa. Grecia La Grecia è protagonista indiscussa della serata del 24 agosto, grazie a Vinicio Capossela e al suo Tefteri-Il libro dei conti in sospeso, alle 21.30 alla Corte della Mole: un reading musicale che racconta una Grecia inedita, sofferente e fiera, che riscopre il rebetiko come musica della krisis. Giovedì 29 è poi la volta di Evievan Rebetiko salire sul palco della Corte della Mole per un concerto che si snoda tra Istanbul e Atene, Smirne e Salonicco. Sabato 31 infine verrà presentato il libro di Haris Koudounas “MP213 Tokyo-Salonicco: il volo della Verità”, in cui il protagonista rivive la propria formazione sul suolo ellenico. Parco del Conero Uno scenario unico sulla costa Adriatica, una ricchezza naturale, storica e turistica della zona di Ancona, il Parco del Conero è protagonista di tanti momenti del festival 2013, tra itinerari, dibattiti, libri e prodotti tipici. In particolare la giornata del Conero è giovedì 29 agosto: si parte con un’escursione guidata al sentiero delle Tre Valli; si prosegue con la presentazione di “Seppellite il mio cuore sul Monte Conero” di Michele Monina, un’ode al Monte fatta di storie, incontri, aneddoti; a seguire un incontro sull’economia dell’ambiente, per fare il punto sul ruolo, anche economico, del Parco del Conero nella Macroregione Adriatico-Ionica, con ospiti tutti i protagonisti delle economie che ruotano attorno all’area protetta. Le donne nel mondo Arabo Lo sguardo femminile sulle rivoluzioni che da due anni stanno segnano le sponde arabe del Mediterraneo è protagonista di un importante incontro che si terrà venerdì 30 agosto alle 18.30 alla Loggia dei Mercanti. Si confrontano Rita El Khayat, Lina Ben Mhenni, Leila Ben Salah e Ivana Trevisani. A questo si aggiungono poi almeno due momenti importanti: martedì 27 agosto alle 18.00 alla Mole Vanvitelliana la presentazione del libro “La felicità araba” di Shady Amadi, attivista per i diritti umani e punto di riferimento per la causa siriana in Italia; venerdì 30 agosto dalle 21.00 alla Loggia dei Mercanti una selezione di documentari da Terra di Tutti Film Festival, con la presentazione di lavori su Egitto, Gaza e Palestina.

Il Lavoro nei cantieri navali Un viaggio approfondito in una realtà importantissima per Ancona e per i centri dell’Adriatico, quei cantieri navali che hanno segnato profondamente e visibilmente la storia delle città e della costa. Martedì 27 agosto dalle 18.00 alla Loggia dei Mercanti si terranno prima un incontro con Angelo Ferracuti, autore del libro “Il costo della vita”, sulla memoria dei 13 operai che il 13 marzo 1987 persero la vita mentre stavano lavorando al porto di Ravenna; alle 19.00 verrà invece proiettato il film di Alessandro Lentati “Addetti ai Lavori”, sulla crisi dei cantieri navali vissuta da chi ci lavora; alle 20.00 sono protagoniste le voci dei lavoratori dell’Arsenale di Ancona, con una serie di letture tratte da “Mai domi! Ballata per un cantiere”, che racconta la lotta dei lavoratori Fincantieri per mantenere attivo il cantiere navale dorico. Cultura Ebraica Una presenza profonda e significativa, quella della Comunità Ebraica di Ancona, una delle più antiche ed importanti d’Italia. La sua storia sarà al centro di un incontro giovedì 29 alle 18.00 alla Sinagoga, con Giuseppe Laras, rabbino capo delle Comunità Ebraiche delle Marche e Daniele Tagliacozzo, vice presidente della Comunità Ebraica di Ancona. Ma la cultura ebraica, nelle sue varie sfaccettature, sarà presente in altri momenti di Adriatico Mediterraneo, di cui costituisce uno dei filoni fondanti: domenica 25 agosto alle 18.00 allo spazio incontri della Mole interviene la scrittrice Masal Pas Bagdadi, che con “Mamma Miriam” prosegue il viaggio iniziato con “A Piedi scalzi nel kibbutz” per salvare i ricordi e i pensieri depositati in lei; alle 19.30 poi al Lazzabaretto Susanna Sinigaglia presenta il suo libro “Ebrei arabi terzo incomodo”, una raccolta di inediti per cercare chiavi di lettura nuove al conflitto arabo-israeliano; spazio poi alla musica klezmer e alle sue diverse declinazioni e contaminazioni, con almeno 3 appuntamenti da segnalare: mercoledì 28 agosto BaroDrom Orkestar, giovedì 29 agosto Dona Dona Zemer Atik Quartet e sabato 31 agosto Minimal Klezmer.

Resistenze Sabato 31 agosto sarà una giornata centrata su Giovani, Neofascismo e Resistenza, dalle 9.00 alle 18.00 agli spazi espositivi della Mole si terrà un forum permanente tra le associazioni antifasciste e partigiane e gli istituti di storia delle città adriatiche e joniche, per fare il punto della situazione in un momento in cui, a livello europeo, crescono in maniera preoccupante i movimenti di estrema destra. Sempre alla Mole, ma nel canalone cinema, alle 21.30 si chiude la giornata con la celebrazione del 70° anniversario dell’uccisione dei fratelli Cervi e con la proiezione del film di Gianni Puccini del 1968. Oltre alle iniziative dei 7 focus naturalmente Adriatico Mediterraneo sarà anche altro: concerti da tutti i Paesi che si affacciano sul mare, libri, incontri e dibattiti sui temi centrali del confronto tra le diverse culture che ruotano intorno al Mediterraneo.

L’intero programma di Adriatico Mediterraneo Festival 2013 è scaricabile su www.adriaticomediterraneo.eu






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2013 alle 00:40 sul giornale del 19 agosto 2013 - 2585 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, film, la sabbia nelle tasche, filippo grilli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/QLJ





logoEV
logoEV
logoEV