Ballanti: via Seppilli e Torresi, 'Dopo il pressing a breve si completeranno i lavori. Vinta burocrazia ed inerzia'

Daniele Ballanti 3' di lettura Ancona 14/01/2014 - Il Comitato spontaneo di cittadini di via Torresi e Seppilli esprime viva soddisfazione per un impegno civico che vince la burocrazia. A marzo 2013 ristrutturate le mura a monte di via Torresi, recentemente quelle a valle e scalette, ora in arrivo i lavori sul resto delle mura e sulla piazzetta di via Seppilli. Confermati dall’amministrazione finalmente a breve partiranno i lavori di ristrutturazione sull’ultima porzione di mura di via Torresi ancora puntellate e sulla piazzetta di via Seppilli trasformata in giungla e discarica.

Dopo tre anni di forte impegno e pressing sulle due ultime amministrazioni da parte di Daniele Ballanti (Portavoce del Comitato di via Torresi e Seppilli) si esprime viva soddisfazione per gli annunciati tanto attesi (18 anni) lavori di riqualificazione del quartiere. La battaglia che ha portato questo risultato iniziò nel 2011 ad opera di Ballanti, che sbloccò l’empasse dopo ben 15 anni di disinteresse dei governanti del periodo, anni nei quali nè il Comune nè la Circoscrizione, nonostante i solleciti di alcuni residenti, avevano saputo risolvere il problema: in un solo mese, con una petizione furono raccolte 1.176 firme, anche grazie anche al coinvolgimento di alcuni operatori commerciali della via. La petizione venne consegnata nelle mani dell’allora Sindaco, Fiorello Gramillano, chiedendo interventi per sbloccare l’impasse burocratica. Un lungo periodo di innumerevoli richieste, incontri, riunioni e solleciti su a assessori e circoscrizioni.

Per raggiungere l’obiettivo Ballanti propose la costituzione ad hoc del ‘Comitato spontaneo di cittadini di via Torresi e Seppilli assumendo la carica di Portavoce. Da segretario cittadino di Alleanza per l’Italia Ancona prima e da privato cittadino poi, Daniele Ballanti, seguì la vicenda che era stata anche condivisa dall’allora gruppo di appartenenza. Nell’assemblea pubblica del 2012 voluta da Ballanti – chiesta per avvicinare residenti ed amministrazione – vennero annunciati contributi della Provincia, erogati al Comune, per 413.000€.

Trascorsi alcuni mesi senza che nulla accadesse, nonostante il pressing anche sull’amministrazione, spinto anche dai residenti, Ballanti chiese al Sindaco l’emissione di un’ordinanza per obbligare i proprietari a ristrutturare le mura e il comune a ripristinare i marciapiedi. Alla richiesta seguì anche una protesta civile con tanto di striscioni sulle mura pericolanti e l’attesa ordinanza firmata dall’ex sindaco Gramillano arrivò e partirono i primi lavori.

Nel marzo 2013 dopo un solo mese di lavori venne consegnata intatta la parte di muro a monte di via Torresi e due mesi fa, dopo altri solleciti sull’attuale amministrazione, anche il tratto a valle e sulle scalette. Recentemente sono stati fatti altri solleciti per utilizzare i 413.000€ erogati dalla Provincia per completare la piazzetta di via Seppilli e l’ultimo tratto di mura pericolanti su via Torresi, ora giunge la conferma che i lavori partiranno in primavera.

Si ringrazia l’amministrazione per aver portato a compimento l’iter burocratico su pressione costante di Ballanti da tre anni e si ringrazia soprattutto l’impegno dei residenti e dei commercianti che hanno collaborato con esso nel Comitato delle Grazie per ottenere questo brillante successo di cittadini!

Daniele Ballanti Portavoce del Comitato spontaneo di cittadini di via Torresi e Seppilli






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-01-2014 alle 17:38 sul giornale del 15 gennaio 2014 - 1104 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Ballanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/W5G





logoEV
logoEV