contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Occupazione Regina Margherita: Cardogna (Verdi) 'Una sfida da raccogliere'

2' di lettura
1132

Adriano Cardogna
Adriano Cardogna, Consigliere regionale dei Verdi, interviene in merito allo sgombero, fatto oggi dalla polizia, degli occupanti della scuola di Ancona: “Ad una città solidale e tollerante, risponde la rigida legalità”. Lo sgombero degli occupanti della scuola Regina Margherita di Ancona è stata una risposta scontata ad una questione nuova per la nostra città.

Persone, ridotte in stato di necessità dalla crisi economica o da condizioni personalio segnate da esclusione e disagio sociale, che avevano deciso di condividere insieme spazi, anche con lo scopo di ridurre i costi economici della vita e avere un tetto sulla testa, sono state disperse da un’azione motivata dalla legalità. In questo non si è tenuto conto di altro. “Legalità” è la parola chiave, anche se queste persone vivevano degnamente, in un luogo abbandonato e da loro recuperato, con spazi di socialità dove era comunque rispettata la individualità abitativa.

Un’esperienza che, ovviamente costruita lecitamente è sempre più seguita in tutto il mondo e guarda caso proprio in quei paesi più emancipati civilmente, più aperti al cambiamento cui una società è inevitabilmente legata con il mutare delle situazioni storiche e economiche che caratterizzano, in ogni epoca, la trasformazione dell’umanità. Un cammino che poteva essere però seguito e sviluppato dal Comune. In questo la sfida. Lo sgombero non è di competenze del Comune ma il Comune poteva agire diversamente: quella situazione non andava istituzionalizzata, ma accompagnata al suo superamento cogliendo l'opportunità di sperimentare modalità nuove imposte da una crisi senza precedenti che non ha lasciato, non lascia e non lascerà indenni la città.

Non esistono più i soli addetti ai lavori. Forse sarebbe stato meglio mettere attorno ad un tavolo i responsabili di questa iniziativa e trovare con loro soluzioni che non sono solo la ricerca immediata di una abitazione. Questa vicenda conferma ancora una volta il triste destino di una città amministrata con responsabilità ma senza amore. Più attenta a risolvere l’impellente che a guardare al futuro e al mondo che la circonda. Anche questo è un fatto che farà parte di quel consuntivo che i Verdi chiederanno a se stessi e all'Amministrazione comunale, non oggi e non ogni qualvolta qualcosa non va, ma a un anno dall'inizio di questa esperienza amministrativa. Giorno in cui si vedrà quello che è stato fatto e quello che non lo è.

Adriano Cardogna Consigliere Verdi Regione Marche



Adriano Cardogna

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2014 alle 18:11 sul giornale del 06 febbraio 2014 - 1132 letture