contatore accessi free

Falconara: 'Più incisiva l’attività degli ispettori ambientali, multe più salate fino a 400 euro per infrazioni più gravi'.

Ispettori ambientali all'opera 4' di lettura 26/02/2014 - Continuano gli ottimi risultati della differenziata di prossimità che si è assestata a dicembre 2013 al 49,78% con una media annuale del 46,42% centrando gli obiettivi prefissati. Merito della campagna educativa e informativa messa in campo dall’Amministrazione comunale, della riorganizzazione del servizio, e delle multe degli ispettori ambientali, spesso commissionate ai danni di residenti e attività dei comuni limitrofi che abbandonano rifiuti nel territorio falconarese.

Prosegue infatti su tutto il territorio comunale l’attività degli ispettori ambientali che nel 2013 hanno elevato una cinquantina di sanzioni (la maggior parte da 50 euro) che hanno colpito gli indisciplinati della differenziata. Un’attività sanzionatoria che segue l’ampia campagna informativa ed educativa messa in campo da Amministrazione comunale, CEA (Centro di Educazione Ambientale) e Marche Multiservizi per indirizzare i cittadini falconaresi ad una corretta raccolta differenziata, ma che tuttavia risulta necessaria nei confronti di coloro che non hanno ancora fatto proprie regole e buone abitudini della raccolta di prossimità.

Per rendere ancora più incisiva l’attività degli ispettori ambientali, l’Amministrazione comunale, partendo dall’analisi del vigente Regolamento comunale per la raccolta dei rifiuti, ha deciso (con Delibera del 18.02.14 n. 55) di differenziare e modulare gli importi delle sanzioni per conferimenti errati di rifiuti in base alla gravità delle infrazioni commesse. In tal modo l’azione degli ispettori e della PM potrà essere più severa in tutti i casi di evidente comportamento anomalo e commissionare multe in base alla gravità dell’infrazione commessa. In particolare la mancata differenziazione verrà sanzionata con 150 euro, l’abbandono di rifiuti ingombranti al di fuori dei cassonetti, pratica purtroppo ancora diffusa nonostante la gratuità del servizio di ritiro a domicilio, attraverso chiamata a MMS, (071590241 dal lunedi al sabato dalla 8:30 alle 13:00) con una multa da 400 euro.

Nel frattempo continua anche nel 2014 l’opera degli ispettori ambientali che da gennaio ad oggi hanno elevato 14 contravvenzioni (ancora con il “vecchio” importo da 50€), tra cui due anche ad attività di tipo commerciale (ristorazione e supermercato). Anche nei primi giorni del mese di febbraio sono state eseguite una serie di ispezioni che hanno riguardato le vie Matteotti, Fratti, Galilei, Colombo e Volta. Attività quest’ultima che ha portato gli ispettori ambientali ad elevare due nuove sanzioni ai danni di due specifiche utenze. In entrambe le occasioni sono stati rinvenuti sacchi chiusi accanto alla batteria di cassonetti e bidoni posizionati in via Fratti (nei pressi dei bidoni posizionati in prossimità del civico n° 2) e in via Matteotti (a ridosso della batteria di cassonetti posizionata in prossimità del civico n° 8). In un caso si trattava di un residente a Falconara, nell’altro invece l’infrazione è stata commessa da una attività commerciale di un Comune limitrofo. Le pratiche irregolari sanzionate dagli ispettori ambientali sono principalmente l’errato conferimento delle varie tipologie di rifiuti nei cassonetti e il deposito dei rifiuti (anche se custoditi in involucri protettivi perfettamente sigillati) a lato dei contenitori.

E si evidenzia che in diverse occasioni i comportamenti irregolari sono riconducibili a residenti in Comuni limitrofi e ad attività commerciali che operano fuori dai confini del Comune falconarese. Nel frattempo ha dato risultati positivi la riorganizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti, dal sistema a “cassonetti stradali” a quello “di prossimità misto”, scattata a novembre 2012 Tali modifiche hanno riguardato spesso aree confinanti con Comuni limitrofi o zone assai trafficate, dove in passato si verificavano frequenti ed impropri conferimenti di rifiuti urbani, speciali e abbandoni di ingombranti accanto ai contenitori, provenienti nella maggior parte dei casi da utenze residenti al di fuori dei confini del territorio falconarese. Ciò ha portato ad una notevole riduzione del fenomeno dell’abbandono di materiali vari voluminosi al suolo, vicino ai contenitori. Per incentivare una corretta raccolta differenziata si è intensificata inoltre la campagna educativa, provvedendo alla distribuzione (sia per le utenze domestiche, sia per quelle non domestiche, artigianali o commerciali) del nuovo vocabolario dei rifiuti della A alla Z. in questo modo i cittadini hanno ricevuto, tra l’altro, notizie utili sull’importanza del Centro multi raccolta di via Saline, nonché sul ritiro gratuito a domicilio di rifiuti ingombranti e sull’iniziativa, apprezzata da tutti, denominata “verde-oro”, che prevede il ritiro gratuito di sfalci d’erba, mediante fornitura in comodato d’uso, del bidone carrellato di color verde. Insomma con il controllo degli ispettori ambientali, alcuni ‘aggiustamenti’ del servizio per andare incontro alle esigenze di utenti e per la specificità di alcune zone del territorio comunale, e una sempre più attenta e capillare campagna informativa si continuano a muovere importanti passi in avanti per il raggiungimento degli obiettivi della raccolta differenziata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-02-2014 alle 16:15 sul giornale del 27 febbraio 2014 - 2846 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, ispettori ambientali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Y8u





logoEV
logoEV