Atletica: Elisabetta Vandi prima nei 200 metri, quattro podi individuali per gli under 16 delle Marche

Vandi Elisabetta 4' di lettura Ancona 02/03/2014 - Una giornata tutta dedicata ai giovani su piste e pedane del Banca Marche Palas di Ancona, con tanti atleti under 16 provenienti da ben dieci regioni.

In palio la quarta edizione del Trofeo “Ai confini delle Marche”, conquistato dalla squadra del Veneto davanti a Lazio, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia. Quinto posto ai cadetti delle Marche, capaci di salire per quattro volte sul podio individuale e di cogliere un successo parziale. Brilla infatti lo sprint vincente di Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) nei 200 metri: primato regionale elettrico di categoria in 25”70 per la figlia d’arte, seguita dai genitori ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan, oltre che sorella della pluricampionessa italiana del mezzofondo Eleonora. Ma poi gli alfieri della regione al plurale arrivano tre volte al terzo posto: Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) nei 600 metri con il record marchigiano di 1’29”51, abbassando un limite che resisteva da 18 anni (1’30”33 di Carmelo D’Agosta, il 17 gennaio 1996 ad Ancona), nei concorsi salgono sul terzo gradino del podio il triplista Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) con 12.38 e il pesista Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) che lancia l’attrezzo a 14.51.

Invece nell’asta femminile Nikita Lanciotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) eguaglia il primato regionale con 2.80 ed è quarta, come Riccardo Flamini (Sport Atl. Fermo) sui 200 metri in 24”34, la mezzofondista Alice Principi (Atl. Avis Macerata) nei 600 metri con 1’42”81 e la staffetta 4x200 (Elisa Maggi, Camilla Curzi, Chiara Pasquali, Elisabetta Vandi) in 1’49”52. Nella classifica a squadre, le Marche precedono Trentino, Abruzzo, Puglia, Umbria e Molise.

Tra gli altri risultati, spiccano due migliori prestazioni italiane cadetti in una manifestazione che si conferma un’importante occasione di confronto per questa fascia di età: sui 3000 metri di marcia il pugliese Nicolas Fanelli (Atl. Amatori Cisternino) chiude in 13’30”49, quindi meglio del 13’31”81 di Leonardo Serra (Napoli, 9 marzo 2008), mentre nei 60 ostacoli la triestina Anna Bionda (Fincantieri Wartsila) corre in 8”74, cinque centesimi in meno rispetto al tempo di 8”79 fatto segnare in passato da Veronica Borsi (Roma, 17 marzo 2002) e Martina Millo (Udine, 17 febbraio 2013). RISULTATI Cadetti. 60: Fabrizio Ceglie (Friuli-Venezia Giulia) 7”36; 6. Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona) 7”53; 12. Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 7”70; 18. Michele Diletti (Atl. Recanati) 8”05. 200: Davide Campana (Lazio) 23”62; 4. Riccardo Flamini (Sport Atl. Fermo) 24”34. 600: Mirko Tomasi (Trentino) 1’28”75; 3. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 1’29”51 (primato marchigiano). 60hs: Cristian Faidiga (Friuli-Venezia Giulia) 8”29; 7. Daniele Cingolani (Atl. Avis Macerata) 9”57. Alto: Lorenzo Naidon (Trentino) 1.86; 6. Davide Malatesta (Sef Stamura Ancona) 1.67; 7. Diego Caporicci (Atl. Fabriano) 1.61. Asta: Andrea Marin (Veneto) 4.00; 7. Riccardo Ricci (Sport Atl. Fermo) 2.80. Lungo: Mattia Zagotto (Veneto) 6.56; 5. Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 6.02. Triplo: Andrea Dallavalle (Emilia-Romagna) 12.99; 3. Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) 12.38. Peso: Andrea Proietti (Lazio) 16.21; 3. Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) 14.51. Tetrathlon (60hs, peso, alto, 1000): Amar Kasibovic (Veneto) 2646; 9. Jacopo Alfonsi (Collection Atl. Sambenedettese) 1851. 3000 marcia: Nicolas Fanelli (Puglia) 13’30”49; 6. Alessio Costantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 16’18”03; 7. Cristian Prioteasa (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 17’31”17. 4x200: Lazio (Davide Campana, Matteo Giraldi, Emmanuel Simon Siano, Mario Marchei) 1’37”90; 5. Marche (Luca Sordoni, Riccardo Flamini, Niccolò Giacomini, Michele Diletti) 1’39”18. Cadette. 60: Zaynab Dosso (Emilia-Romagna) 7”64; 7. Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 8”15; 10. Camilla Curzi (Atl. Senigallia) 8”20; 12. Chiara Pasquali (Atl. Castelfidardo Criminesi) 8”35. 200: Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 25”70 (primato marchigiano). 600: Gaia Sabbatini (Abruzzo) 1’40”15; 4. Alice Principi (Atl. Avis Macerata) 1’42”81. 60hs: Anna Bionda (Friuli-Venezia Giulia) 8”74; 7. Elisa Bovara (Collection Atl. Sambenedettese) 10”08. Alto: Anna Tronchin (Veneto) 1.64; 6. Ludmylla Tavares (Atl. Fabriano) 1.45. Asta: Martina Molinaro (Friuli-Venezia Giulia) 3.20; 4. Nikita Lanciotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 2.80 (primato marchigiano eguagliato). Lungo: Giorgia Sansa (Friuli-Venezia Giulia) 5.35; 6. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) 4.88. Triplo: Valeria Latino (Abruzzo) 11.37; 8. Maria Nora Conti (Atl. Fabriano) 9.90. Peso: Carolina Visca (Lazio) 12.44; 5. Erika Falcioni (Asa Ascoli Piceno) 9.97. Tetrathlon (60hs, peso, alto, 400): Martina Mazzola (Umbria) 2718; 4. Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) 2452. 3000 marcia: Anthea Mirabello (Lazio) 14’55”99; 9. Giulia Miconi (Atl. Avis Macerata) 18’13”61. 4x200: Emilia-Romagna (Zaynab Dosso, Daria Sinatra, Michela Mulas, Laura Zucchi) 1’45”06; 4. Marche (Elisa Maggi, Camilla Curzi, Chiara Pasquali, Elisabetta Vandi) 1’49”52.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6142/Index.htm








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2014 alle 22:54 sul giornale del 03 marzo 2014 - 5239 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, atletica, fidal marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZjV