Raschia (Fp Cgil): macchina comunale, 'Ci vorrebbe un parbuckling'

FP Cgil 2' di lettura Ancona 11/03/2014 - Avevamo già definito lo stato della macchina comunale alquanto “ingarbugliato”. Il termine più appropriato, forse, è “incagliato”. Come quella Concordia che -mentre ballano e bevono sul ponte-, finisce sugli scogli e paurosamente s’inclina. Anche i personaggi offrono una sinistra somiglianza. A guardarli bene, non solo fisica: c’è ignavia e irresponsabilità.

Abbiamo incontrato di recente i capigruppo, dopo la recente sospensione dei lavori del Consiglio comunale, seguita alle proteste dei lavoratori. Tutti hanno espresso solidarietà, affermando che “i problemi organizzativi del Comune vengono da lontano”.

Lo sappiamo bene, avendo posto, ormai da lungo tempo, il tema all’attenzione generale. Aver dichiarato, come ha fatto il Sindaco, che “lo stato organizzativo è peggiore di quanto pensassi“, con l’intenzione di fare finalmente pulizia dopo tanta polvere gettata sotto il tappeto, ha creato non poche attese. Oggi è il momento delle risposte concrete. Servono decisioni adeguate, coraggiose e soprattutto forti. Occorre dimostrare che il cammino per introdurre i cambiamenti necessari non è interrotto. Sarebbe un errore imperdonabile non cogliere l’occasione, non dare risposte alle giuste rivendicazioni del personale: sarebbe davvero un colpo alle tante aspettative.

Lo si deve alla Città, prima ancora che ai dipendenti. Lo stato organizzativo della macchina comunale –come si è riconosciuto- è critico, i servizi sono allo stremo, le decisioni non possono essere continuamente rinviate.

E le manovre “annunciate”, come quelle sulla macro organizzazione, assunte anche da quest’amministrazione in modo unilaterale -in piena continuità col passato-, sono contro-producenti. A meno di non voler classificare il crescente grado di sfiducia ed esasperazione, con l’escalation di conflitti, come risultati di cui andar fieri...

Il Sindaco deve sapere che per alcuni, purtroppo, pare essere così: non sarebbe altrimenti comprensibile il visibile disinteresse di quanti, protagonisti di questo sfascio che viene da lontano, perseverano. Ancora, purtroppo, dalla plancia di comando di quella nave pericolosamente inclinata. E, per raddrizzarla, avviando il "parbuckling", dovrebbe alzare severo un monito: “Scendete subito da questa nave. Adesso!”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2014 alle 18:14 sul giornale del 12 marzo 2014 - 1308 letture

In questo articolo si parla di politica, fp cgil, fp cgil marche, Andrea Raschia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZKY





logoEV