Falconara: ex lorenzini, braccio di ferro fra Comune ed Associazioni

1' di lettura 17/03/2014 - Da domenica 16 marzo diverse Associazioni di volontariato hanno dovuto abbandonare la loro sede presso l’edifico comunale Lorenzini di Villanova senza avere nessuna alternativa.

Ma la cosa grave e’ che l’Amministrazione comunale non ha dialogato con esse e non ha preso in seria considerazione un progetto autogestito che: - avrebbe valorizzato quella sede in un quartiere bisognoso di iniziative culturali e sociali, - avrebbe valorizzato il capitale sociale espresso dalle Associazioni, - avrebbe valorizzato la diffusione di prodotti locali a km 0, la promozione di gruppi di acquisto solidale, - avrebbe prodotto un ricavato dalle vendite previste dal progetto per i necessari lavori di ristrutturazione dei locali.

Tutti sono in grado di capire l’importanza di: - riqualificare gli spazi urbani per attività sociali e culturali, promuovere e valorizzare il capitale sociale che esprime il territorio, investire su progetti di sicurezza urbana partecipata che si costruisce con presidi sociali che coinvolgono i cittadini e il territorio, investire in un quartiere Villanova a cui la città fino ad ora ha chiesto troppo senza dare nulla o quasi in contraccambio.

TUTTO E’ EVIDENTE, MA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE (come spesso succede) PROCEDE OSTINATAMENTE IN DIREZIONE CONTRARIA SEGUENDO LOGICHE DI PARTITO DELLA PEGGIO POLITICA! Esempio seguito anche dai Presidenti delle Commissioni consiliari Patrimonio e Cultura - Ivano Astolfi e Valentina Barchiesi - che stanno ignorando la richiesta di valutazione congiunta sull’argomento!

Riccardo Borini - Consigliere comunale Liste civiche FBC/CiC






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2014 alle 17:56 sul giornale del 18 marzo 2014 - 1145 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, cittadini in comune, Lista Civica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Z3H