Quadrilatero. L'ass. Giorgi replica all'On. Agostinelli

paola giorgi 3' di lettura Ancona 26/03/2014 - “Il progetto della Direttissima Ancona – Perugia – dichiara l’assessore alle Infrastrutture Paola Giorgi - è stato approvato e finanziato nell’ambito del progetto Quadrilatero con una delibera del Cipe nel 2003. Nel provvedimento si stabiliva che la Società di progetto appositamente costituita, la Quadrilatero spa (assoggettata alla direzione e al controllo dell’Anas) acquisisse la contribuzione da parte delle Camere di Commercio nel Piano di Area Vasta. In questo contesto attribuire al presidente Spacca velleità di finanza creativa, quando in realtà stiamo parlando di un modus operandi stabilito dal Cipe con atti ufficiali è molto più che creativo, direi che è la pura fantasia di una mente molto poco informata sui fatti".

"Le Camere di Commercio di Macerata e Perugia hanno già aderito rispettivamente la prima per la SS76 e la seconda per la SS77. A tal riguardo va precisato, che al contrario di quanto sostenuto dall’on. Agostinelli, non è previsto alcun aumento delle quote associative degli artigiani iscritti alle Camere di Commercio per far fronte a questa adesione. Le quote degli iscritti rimangono le stesse ed è la Camera di Commercio che contribuisce di suo. Il presidente Spacca si è quindi impegnato a sollecitare il presidente Giampieri affinché anche Ancona aderisca al Pav. Un atto quantomai opportuno, poiché la Direttissima Ancona-Perugia è un’opera strategica nell’ambito del sistema logistico porto-aeroporto-interporto e, dunque, determinante per la dotazione infrastrutturale della provincia".

"Per quanto concerne invece lo stato di avanzamento dei lavori – prosegue l’assessore - nel caso della SS77 sono ormai al temine e l’opera sarà consegnata entro i primi mesi del 2015. Sulla SS76 invece, i cantieri sono bloccati a causa delle vicende che attengono il Contraente generale e sono seguite dall’Anas, dal Ministero delle Infrastrutture, e da quello dello Sviluppo Economico per l’amministrazione straordinaria. Infine la questione delle aree leader. Il Pav prevedeva la concessione di queste aree per attività imprenditoriali e l’utilizzo del ricavato per il coofinanziamento dell’opera. Purtroppo, l’iniziativa, a causa della drammatica crisi economica che l’Italia e l’Europa stanno attraversando, non ha avuto il successo auspicato. Proprio per questo motivo il Cipe, con delibera del 2013, ha predisposto una serie di incentivi atti a favorire le imprese che sono interessate alla concessioni delle aree".

"Sulla base del provvedimento del Cipe, la società Quadrilatero sta predisponendo i nuovi bandi di gara per l’assegnazione delle aree. Per la ripresa dei lavori sulla SS76 invece, il commissario straordinario del Contraente generale sta definendo le procedure per la cessione del contratto in favore di una impresa di rilevanza nazionale. Il passaggio effettivo avverrà alla fine di aprile 2014. Questo – conclude l’assessore Giorgi - è quello che è accaduto e sta realmente accadendo: per il resto le argomentazione proposte dalla on. Agostinelli sono pure illazioni prive di fondamento che vengono da una persona male informata sulla vicenda”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2014 alle 18:38 sul giornale del 27 marzo 2014 - 3214 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, Paola Giorgi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1xo





logoEV