Latini: ancora proteste alla mensa dell'Ospedale, 'Dopo un anno nulla è cambiato'

Dino Latini 1' di lettura Ancona 30/03/2014 - A distanza di oltre un anno ancora la qualità e la quantità del cibo servito dalla mensa dell'ospedale di Torrette è pessima. Per questo il Consigliere Regionale e regionale Dino Latini ha presentato una mozione dove chiede l'impegno della Giunta della Regione Marche ad attivarsi quanto prima affinché si ripristini il servizio mensa interno.

La lentezza e il malfunzionamento della sanità, e dei suoi servizi sono ancora al centro di una politica molto attenta al "parterre" e molto poco invece verso i suoi cittadini che sulla loro pelle pagano le inefficienze di un sistema. I lavori di ristrutturazione dei locali dell'area cucina e mensa dell'ospedale di Torrette, sono iniziati oltre un anno e dovevano essere terminati entro gennaio 2014.

La direzione sanitaria ha a suo tempo stipulato un contratto con una ditta esterna di Firenze che fornisce pasti per gli ammalati, visitatori e dipendenti, soltanto tre volte alla settimana, vantando un servizio innovativo di cibi sottovuoto che arrivano già divisi in porzioni e prima di essere somministrati vanno trattati, scaldati e poi serviti.

Le proteste da parte de degenti e dei loro famigliari sono state oggetto di cronaca da ormai più di un anno e ancora nulla è cambiato malgrado le rassicurazione del direttore generale sanitario. Questo non è giusto!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-03-2014 alle 00:23 sul giornale del 30 marzo 2014 - 2819 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, dino latini, fabriano, portonovo, ripascimento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1HE