contatore accessi free

Anche le patronesse del Salesi si pronunciano sul trasferimento

salesi 1' di lettura Ancona 10/04/2014 - L'associazione Patronesse del Salesi smentisce di aver avallato tout court il progetto di trasferimento dell'ospedale materno-infantile così come prospettato nella riunione che si è tenuta martedì pomeriggio indetta dalla Fondazione Salesi e a cui hanno preso part il direttore generale Galassi e il direttore sanitario Storti oltre alle associazioni di volontariato che operano all'interno dell'ospedale.

Da sempre l'associazione, che è al fianco dei piccoli degenti e delle loro famiglie, sottolinea la necessità che il Salesi abbia sì una nuova struttura ma distinta da quella degli Ospedali Riuniti. Un plesso che permetta di trattare con tutte le accortezze del caso i bambini le cui specificità sono ben distinte da quelle di un degente adulto. Non accontenta quindi una soluzione di frastagliata inclusione dell'ospedale pediatrico all'interno del plesso di Torrette.

L'associazione Patronesse è certa che la dirigenza degli Ospedali Riuniti riuscità con un ulteriore e importante sforzo a riservare al Salesi un trattamento come fu a suo tempo concesso al Lancisi, e cioè un'ala dove l'ospedale possa mantenere la sua unicità e specificità pediatrica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2014 alle 16:10 sul giornale del 11 aprile 2014 - 1604 letture

In questo articolo si parla di attualità, salesi, associazione Patronesse del Salesi, ospedale materno infantile

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/2lY





logoEV
logoEV