contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil sulla terza corsia A14: 'Basta con la politica degli annunci. I lavori devono riprendere'

1' di lettura
1296

lavori terza corsia A14

Le Segreterie Provinciali Feneal-Uil Filca-Cisl Fillea-Cgil, denunciano per l'ennesima volta, a distanza di ormai più di un anno, il totale fermo dei lavori sul lotto 4 della Terza Corsia A14 Senigallia – Ancona Nord.

Nonostante gli innumerevoli annunci da parte del Consorzio SAMAC, Autostrade per l'Italia e Ministero delle Infrastrutture, la cruda e triste verità è che ad oggi ci troviamo di fronte ad un totale fermo dei lavori, un'effettiva incompiuta.

I lavoratori diretti sono oggi in Cassa integrazione Straordinario dopo aver fatto 11 mesi di Cassa Integrazione Ordinaria, gli stessi avanzano competenze arretrate e il campo base dove alloggiano i pochi lavoratori occupati (e non pagati) adibiti alla guardiania e messa in sicurezza, è in totale stato di abbandono tanto da rimanere senza elettricità.

Tutto questo sta creando un enorme sofferenza economica ai lavoratori e alle loro famiglie, alle imprese del nostro territorio che hanno lavorato sul tratto autostradale oltre che un disagio alla viabilità locale che certamente andrà ad aggravarsi con l'arrivo della stagione estiva e turistica.

I 130 lavoratori diretti e i 250 lavoratori delle aziende in subappalto e di forniture da oltre un anno sono in attesa di risposte concrete reali sia dal punto di vista occupazionale che di reddito.

Feneal Filca e Fillea insieme ai lavoratori fino ad oggi hanno responsabilmente atteso che i vari proclami di ripresa dei lavori si concretizzassero, ma oggi dicono basta con la politica degli annunci e chiedono alla committenza dei lavori di sbloccare definitivamente questo stallo che sta mortificando il nostro territorio e aggravando la pesante crisi del settore delle costruzioni.



lavori terza corsia A14

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2014 alle 17:06 sul giornale del 19 aprile 2014 - 1296 letture