contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Falconara: Bypass ferroviario, Cic e FBC "Il progetto di RFI non è la soluzione migliore"

3' di lettura
2372

cittadini in comune

Bypass ferroviario di Falconara: come mai nè Sindaco, nè Deputati PD, nè Consiglieri regionali PD dicono che il progetto di RFI non è la soluzione migliore per evitare interferenze e limitazioni alla capacità di sviluppo dell’aeroporto delle Marche? L’opera doveva essere INTERRATA!

Registriamo un gran lavorìo del Partito Democratico (Consiglieri della Regione Marche e Deputati marchigiani) per evidenziare a tutti i livelli (fino al Ministro delle Infrastrutture, On. Lupi) che il raddoppio della linea ferroviaria Orte - Falconara Marittima è ferma da anni in quanto non finanziata!

Bene, sottoscriviamo questo grido di dolore poiché riteniamo che la strozzatura del binario unico (65%) della linea ferroviaria per Orte pregiudica ogni altre pretesa trasportistica … Prima fra tutte quella di trasportare più velocemente passeggeri e merci tra la costa tirrenica e l’adriatica! MA NON CAPIAMO come mai i Consiglieri regionali ed i Deputati marchigiani PD tacciono sul progetto del cosiddetto bypass ferroviario di Falconara (il collegamento ferroviario tra la Orte - Falconara e la Ancona - Bologna) che, invece, è finanziato con solo denaro pubblico (174Milioni/€).

Non capiamo (ancora) come mai i Consiglieri regionali ed i Deputati marchigiani PD tacciano e nulla facciano sul fatto che il bypass ferroviario - da appendice del principale e più utile progetto di raddoppio della Orte/Falconara - sia assurto a progetto fondamentale ed unico ad essere finanziato! Un’opera che da appendice si è trasformata in “appendicite in fase di peritonite” dato che lo stesso Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) l’ha valutata come la soluzione progettuale NON MIGLIORE per evitare l’interferenza con l’operatività aeroportuale ed evitare limitazioni alla capacità ed allo sviluppo dello scalo! E’ possibile che i Consiglieri regionali e i Deputati del PD non sappiano che l’ENAC ha valutato che per evitare qualsiasi interferenza con l’aeroporto il bypass ferroviario doveva essere INTERRATO? Si, avete letto bene, infossato di alcuni metri sotto il livello del piano campagna! E’ possibile che i Consiglieri regionali e i Deputati del PD non sappiano che quella valutazione è stata ignorata da RFI SpA? In questo scenario politico/amministrativo a dir poco desolante, il Comune di Falconara Marittima ha ricoperto il ruolo del degno comprimario.

Alla Conferenza dei Servizi del 2009 presso il Ministero delle Infrastrutture, il Sindaco Brandoni gonfiò il petto e diede parere positivo al progetto definitivo di RFI SpA. Dopo appena 180 secondi, uno degli Ingegneri della Direzione Centrale dell’ENAC gelò il Sindaco di fronte a tutti gli intervenuti ricordandogli che - nonostante i solleciti - non aveva ancora adempiuto a redigere ed approvare il Piano di Rischio Aeroportuale di Falconara M. e, pertanto, nessuno poteva approvare un bel niente! Aggiungiamo che da notizie che circolano insistentemente tra la popolazione, risulterebbe che per le abitazioni che dovranno essere espropriate per far posto all’opera nel quartiere Villanova, RFI SpA offrirà 1.800 €/mq , cifra da capogiro a Villanova … e non solo per la attuale crisi economica.

Sempre da notizie circolanti, anche gli indennizzi per le aree occupate dalle attività produttive che saranno espropriate dovrebbero essere succulenti ed invitanti per un eventuale “prendi i soldi e scappa”! Chi ci rimetterà il posto di lavoro si arrangerà come al solito. Ci chiediamo un ultima cosa (per il momento): ma dall’Amministrazione comunale di Falconara M. ai Consiglieri regionali PD ed ai Deputati PD, è possibile che nessuno si interroghi neanche sulla ragione di tanta generosità nell’uso di denaro pubblico?

Liste civiche Cittadini in Comune & Falconara Bene Comune



cittadini in comune

Questo è un articolo pubblicato il 04-07-2014 alle 18:35 sul giornale del 05 luglio 2014 - 2372 letture