contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Bilancio ad un anno dal mandato Giunta Mancinelli. D'Angelo: "Le bugie hanno le gambe corte"

2' di lettura
1138

Italo D'Angelo

La conferenza stampa del Sindaco e della Giunta non è rivolta ai cittadini ma a PD e alleati (zittiti con qualche poltroncina). Se non lo avevano ancora capito partiti e gruppi di maggioranza sono serviti: “non ci schiodiamo da qui per dieci anni. Abbiamo trovato una buona occupazione a tempo parziale e a indennità intera e guai a chi ce la tocca!”.

Poco importa il metodo e la sostanza di ciò che fanno e non fanno. Ci permettiamo di raccontare anche qualche favola e qualche “pinocchiata” tanto i 21 voti non potranno mancare. Zitti, buoni e ossequenti. Del resto la musica è cambiata: alle aziende sono stati messi i “tecnici”, come Gitto (esperto di trasporti) a Ancona Ambiente che si occupa dei rifiuti e dell’igiene urbana.

I risultati qualitativi e economici sono fallimentari, ma poco importa e la colpa è “dei cittadini maleducati”. A Prometeo c’è Gnocchini (un filosofo sic!) a occuparsi di acqua e energia. Risultati fallimentari e anziché preoccuparsi di riscuotere le bollette non pagate dai Consorzi li premia dando loro sponsorizzazioni e soldi dei cittadini. Azzittiti i Verdi con la Presidenza del Consiglio, al pari della lista personale con due o tre vertici aziendali e contento persino l’IDV che continua a presiedere il Consorzio ZIPA (che va a gonfie vele con le perdite di bilancio).

La manutenzione stradale è carente? Colpa dei cittadini che non hanno affidato il 5 per mille al Comune ma lo hanno dato alle Associazioni di Volontariato. Quindi si tengano le buche e zitti! Poco importa se si trattava di una proposta fuorilegge! Il Sindaco ha vinto la causa contro la Regione e Ancona perde il nuovo INRCA? La colpa è della Regione! Ma sulle imposte locali Sindaco e Giunta fanno apparire Pinocchio non il burattino dal naso crescente, ma come un bimbetto col nasino alla francese. L’aliquota IRPEF è stata fissata al massimo consentito in Italia; la triplice tassazione IUC (IMU, TASI e TARI) è ai livelli massimi e colpisce indistintamente abitazioni, negozi, locali e attività imprenditoriali, portando Ancona al triste primato di una tra le città più tartassate d’Italia.

Ma le bugie hanno le gambe corte e i cittadini pagano sempre più il malgoverno di Ancona. Cittadini che non se la potranno prendere neanche con PD e alleati. Sono stati cancellati dal Sindaco e dalla Giunta! Sono quelli i debiti fuori bilancio del Comune! Intanto la Giunta si vanta della variante ex Metro con la quale si fa accrescere il plus valore dell’immobile a vantaggio della proprietà Longarini. Tasse ai cittadini e regali ai privati ! Proprio un anno nero per Ancona.



Italo D'Angelo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2014 alle 16:42 sul giornale del 21 luglio 2014 - 1138 letture