Rubini e Crispiani (SEL-ABC): "No a nuove piattaforme estrattive. Intervenga il Sindaco"

Rubini e Crispiani 1' di lettura Ancona 03/10/2014 - Rubini e Crispiani (SEL-ABC): "No a nuove piattaforme estrattive nelle nostre coste. Intervenga il Sindaco." La notizia della costruzione di una nuova piattaforma per la ricerca di idrocarburi liquidi a 43 km a largo di Ancona suscita profonda indignazione.

Malgrado i cittadini di questa regione abbiano più volte dimostrato la loro contrarietà ad opere in mare così altamente dannose e rischiose, Renzi, con il decreto sblocca Italia, nel silenzio più assordante della regione a guida Spacca, approva la costruzione di una nuova piattaforma estrattiva. Gli interessi in campo sono quelli privati dell'ENI S.p.A tutti a discapito dell'interesse collettivo dei cittadini marchigiani e del prezioso contesto paesaggistico-ambientale circostante.

La contrarietà del nostro gruppo a questa operazione è totale. Per queste ragioni chiediamo al Sindaco di Ancona di intervenire lavorando nelle sedi opportune affinché Governo e regione ritirino questa assurda decisione.

Francesco Rubini e Stefano Crispiani, Gruppo consiliare SEL-Ancona Bene Comune






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2014 alle 09:57 sul giornale del 04 ottobre 2014 - 855 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ancona Bene Comune, rubini, crispiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0wS





logoEV