Sicurezza, Talevi (PD): "Il fallimento della Giunta Brandoni"

Albarosa Talevi Segretaria Circolo PD Falconara 4' di lettura Ancona 03/10/2014 - Nel rumore mediatico esploso in questi giorni sulla questione Astolfi con una virulenza e una approssimazione che lasciano sconcertati si sta perdendo di vista la questione politica vera su cui invece va riposizionata l'attenzione di tutti: la progressiva disintegrazione del tessuto sociale e l'assenza di un progetto articolato e al contempo concreto in grado di arginare il fenomeno. In altre parole. Il fallimento della Giunta Brandoni e dell'assessore Rossi in tema di sicurezza.

I cittadini falconaresi ,elettori o meno del sindaco Brandoni, ricorderanno che nel programma elettorale del Sindaco la questione Sicurezza era al secondo punto. Un tema quindi sentito e centrale del programma Brandoni su cui ci si sarebbe aspettato, almeno dai proclami e dagli spot che lo hanno accompagnato, azioni forti, spiegamenti di risorse umane e di mezzi, impegni coordinati a 360 gradi. In realtà già nei contenuti era evidente la totale mancanza di conoscenza e approfondimento delle molteplici cause del fenomeno e soprattutto la totale assenza di idee per contrastarne l’incremento .” Per ordine pubblico e sicurezza” , si leggeva nel programma elettorale del 2013,” intendiamo una maggiore concertazione con le Forze dell’Ordine con un miglior monitoraggio del territorio al fine di fronteggiare la criminalità diffusa in forte crescita in alcuni quartieri cittadini prevedendo un progressivo aumento delle risorse. Ci si propone di potenziare la figura del vigile di quartiere oltre ad una mirata installazione dei sistemi di sicurezza nei pubblici servizi”.

Nel tempo però anche queste poche disordinate proposte non hanno trovato riscontro tanto che, in un’intervista di fine anno 2013, il Vice sindaco Celemente Rossi, a proposito di sicurezza, affermava : “tra gennaio e febbraio è prevista l'istallazione di impianti di videosorveglianza, da affiancare a quelli già esistenti, in via Flaminia (all'altezza della stazione ferroviaria) e a Castelferretti per monitorare il parcheggio di via della Stazione, recentemente oggetto di vandalismi sulle auto parcheggiate. Questo in attesa del programma curato dalla Protezione Civile regionale che "ha subito rallentamenti ma sta andando avanti – ha spiegato il vicesindaco Clemente Rossi – mentre per quanto riguarda la Polizia Municipale, sono stati intensificati i controlli del territori ed è previsto un incremento dell'organico entro 1, massimo 2 anni". Necessario, per il vicesindaco, passare da mezzi di proprietà e noleggi a lungo termine per rinnovare il parco auto della Municipale.” In sintesi si dice che doveva essere la Protezione civile a preparare un programma curato !!! Analogo comportamento si era avuto nella precedente mandato quando era stato chiesto all’esercito di intervenire. A tutto ciò non si può non aggiungere quanto verificatosi negli ultimi mesi con i Vigili Urbani, che hanno chiesto addirittura aiuto ai cittadini di Falconara (cosa mai vista in nessun altro comune) perché l’Amministrazione non ha riconosciuto i loro diritti contrattuali e non li dota di mezzi idonei per lo svolgimento del loro mandato. Situazione che ha portato persino alla convocazione del Sindaco dal giudice del lavoro dopo una denuncia delle forze sindacali! Non va inoltre dimenticato che il protocollo d'intesa siglato nel 2006 con la Prefettura d'Ancona dall' ex Sindaco Recanatini (PD) per un “Sistema integrato per le politiche di sicurezza e di educazione alla legalità” non è mai più stato rinnovato ne concretamente ripreso dalla giunta Brandoni. Quali sono i risultati sul tema sicurezza raggiunti nei ben 6 anni (76 mesi) di governo cittadino di centro destra? Solo parole, slogan gridati come allo stadio per coprire il vuoto di idee e di azioni concrete!

Il PD, diversamente da quanto affermato dalla maggioranza, ha invece in più occasioni cercato di riportare la questione sicurezza all’attenzione della Giunta chiedendo di elaborare un progetto coordinato, integrato, rappresentando una serie di proposte concrete come quelle contenute (ad esempio) nella mozione presentata il 4 dicembre 2013. Oggetto: Politiche integrate per la sicurezza. In quella mozione il gruppo consigliare PD chiedeva di :“mettere in atto efficaci politiche integrate di sicurezza, affiancando alle attività preventive e repressive svolte dalle forze di polizia statali e locali, misure per migliorare l’illuminazione pubblica, il sostegno sociale, gli interventi di prossimità e chiedeva che IL CONSIGLIO COMUNALE si impegnasse su ben 13 punti propositivi:

1. l’istituzione della figura del vigile di quartiere che presidi più capillarmente il territorio; 2. la creazione, a Castelferretti e in centro città, di postazioni decentrate dei vigili urbani; 3. un maggior utilizzo dell’importante attività dei vigili urbani per le strade della città rispetto all’impiego negli uffici comunali; 4. l’attuazione di politiche di integrazione sociale, anche grazie all’attivazione di progetti finanziabili con risorse regionali, nazionali ed europee;


da Albarosa Talevi

segretario Pd Falconara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2014 alle 17:14 sul giornale del 04 ottobre 2014 - 1133 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, pd, Albarosa Talevi, Segretaria Circolo PD Falconara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0yi





logoEV
logoEV