Raschia (fp CGIL): "Esternalizzati 2 centri cottura. Ben che vada, il comune non spenderà certo meno"

Mense scolastiche 1' di lettura Ancona 05/10/2014 - Ristorazione scolastica ad Ancona: esternalizzati 2 centri cottura. Ben che vada, il comune non spenderà certo meno. Sulla qualità del servizio ai bambini, occorre attendere. Ne riparleremo presto.

Intanto, un dato per rimanere al tema. Un centro cottura produce 700 pasti. Lo scorso anno scolastico occupava 10 unità. Oggi, con la privatizzazione, i posti di lavoro sono dimezzati! Peggiorate condizioni di lavoro e salari. Così il Paese arretra. Per "cambiare verso" servono ricette "altre". E non c'è più tempo da perdere! Basta con parole d'ordine roboanti ma vuote. Serve invece un serio e profondo rinnovamento di politiche sostenuto da una nuova e robusta classe dirigente.

Sostituire gli attori, protagonisti del medesimo teatrino di una politica vacua, non ha alcun senso: si rivela un esercizio privo di utilità per il Paese. Abbiamo bisogno di pensieri “lunghi”, di teste capaci di guardare “oltre”, oltre il proprio naso e il proprio interesse. Per disincagliare il paese dalle secche della crisi non si possono dimenticare i veri problemi delle persone, altrimenti sfumano occasioni e opportunità di ripresa. Occorre dar corpo ai diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione: lavoro, eguaglianza, pari dignità sociale, cultura, salute. Renderli finalmente esigibili rappresenta la via maestra, l'unica ed efficace via d'uscita dalla crisi. Ecco il programma di un vero governo di salvezza nazionale.






Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2014 alle 16:02 sul giornale del 06 ottobre 2014 - 1961 letture

In questo articolo si parla di mense scolastiche, fp cgil, fp cgil marche, Andrea Raschia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0Cl





logoEV
logoEV