Uscita ad ovest, Confartigianato: "Finalmente si va alla firma e si parla di cantiere"

Gilberto Gasparoni 2' di lettura Ancona 07/10/2014 - Uscita ad ovest, Confartigianato: "Finalmente si va alla firma e si parla di apertura di cantiere. Accelerare l’iter e far lavorare le imprese del territorio".

L’annuncio del Vice Ministro ai Trasporti Sen. Nencini sulla imminente firma della convenzione per la realizzazione dell’Uscita ad Ovest era attesa dopo l’incontro tra i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Ancona gli Assessori Simonella e Urbinati ed i consiglieri Vichi e Pistelli che recentemente avevano sollecitato nuovamente l’atto. Confartigianato Trasporti, afferma Gilberto Gasparoni, nel ringraziare gli amministratori che si sono prodigati per lo sblocco dell’iter burocratico si aspetta ora la firma vera ed una corsa contro il tempo per concludere tutto l’iter burocratico compreso l’avvio quanto prima del cantiere. Sono diversi anni che si parla della firma del contratto tra Impregilo & c. e l’ANAS.

Finalmente si muovono le carte ed il Ministero delle Infrastrutture e quello dell’Economia sbloccano l’opera richiesta dalle imprese portuali e dall’intera regione sull’esigenza di spingere affinché si arrivi ad una conclusione positiva dell’iter burocratico. Confartigianato Trasporti, afferma il presidente Samuele Renzi ritiene che la realizzazione delle grandi opere (terza corsia A 14, molo foraneo, banchina Marche nel porto di Ancona, la direttrice SS76 Ancona Perugia con il progetto Quadrilatero…) a partire dall’uscita ad Ovest che è stata assegnata all’Impregilo & c. sono argomenti prioritari, dato che il porto, deve ottenere una risposta concreta per dare respiro alle imprese ed alla città. Confartigianato Trasporti evidenzia il valore del porto che è grande fonte di occupazione da salvaguardare nella sua interezza ed auspicando che finalmente dalle parole si passi ai fatti concreti, invitano le Istituzioni tutte a fare sinergia per sostenere le attività portuali e promuovere il porto ed il sistema logistico delle Marche nel suo insieme per attrarre ulteriori traffici.

Infine affermano Samuele Renzi e Gilberto Gasparoni di Confartigianato è importante realizzare le opere di alleggerimento dei problemi del traffico verso nord sulle quali il Comune di Ancona sta lavorando come la realizzazione dei sovrappassi in prossimità del quartiere di Torrette con migliorie sulla viabilità stradale come pure che i nuovi lavori dovranno vedere impegnate le imprese del territorio invitando in maniera pressante le Istituzioni a premere sul gruppo di aziende assegnatarie della costruzione dell’infrastruttura ad utilizzare quali terzisti le imprese marchigiane dei diversi settori (autotrasporti, movimento terra, edili, impiantisti, carpentieri, della meccanica…) che saranno impegnati nella realizzazione di questa grande infrastruttura. Insomma c’è bisogno di ammodernare la regione ma anche dei far lavorare le imprese ed i lavoratori delle Marche che hanno “fame” di lavoro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2014 alle 17:41 sul giornale del 08 ottobre 2014 - 1662 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0Ji





logoEV