Acqua, aumenti in bolletta. Abbondanzieri: "Petrolati ritiri le dimissioni"

Marisa Abbondanzieri 1' di lettura Ancona 08/10/2014 - La delibera 86/2013 R/IDR dell'AEEGSI (Autorità Nazionale per l'energia elettrica, il gas ed i servizi idrici) ha disposto l'applicazione del deposito cauzionale alle utenze non domiciliate per limitare la morosità, dando ai gestori il compito di applicare l'importo commisurandolo fino ad un massimo di tre mensilità di consumi medi, salvo proposte migliorative da parte degli ATO.

L'assemblea dell'ATO 2 Marche Centro ha approvato un atto con il quale diminuisce gli importi che Multiservizi ha proposto.

Quindi l'assemblea dei Sindaci nella seduta del 29 settembre 2014 ha fatto esattamente il contrario di quanto viene dichiarato da Mariano Petrolati, consigliere del CDA dell'ATO 2, che invito a ritirare le dimissioni e a continuare il suo impegno tenendo conto del buon lavoro svolto in questi anni dall'intero CDA e dalla struttura tecnica; attività, come egli sa, sempre orientata al contenimento delle tariffe e alla realizzazione degli investimenti nel servizio idrico integrato, all'applicazione delle norme più convenienti per l'utente come la tariffa sociale e la restituzione dell'importo post referendario.


da Marisa Abbondanzieri
presidente AATO 2 Marche





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2014 alle 15:14 sul giornale del 09 ottobre 2014 - 1431 letture

In questo articolo si parla di marisa abbondanzieri, politica, acqua, aato, aato 2, aato 2 Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0LL





logoEV
logoEV