Rubini e Crispiani (SEL): "Inaccettabile ogni ipotesi di aumento di prezzo sul biglietto dei bus"

Rubini e Crispiani 1' di lettura Ancona 13/10/2014 - In tale periodo di crisi pensare di aumentare il prezzo di acquisto del biglietto ordinario per il bus è pura follia.

È altrettanto folle introdurre un aumento proprio oggi che il comune taglia corse e coincidenze: Come si può pensare di implementare gli introiti derivanti dai biglietti quando non si fa altro che tagliare corse e servizi? Come si può immaginare di rimpinguare le casse di Conerobus se non si è neanche in grado di agevolare il transito dei bus in città con l'adozione di cordoli e corsie preferenziali utili ad aumentare la velocità commerciale e quindi a diminuire il tempo di percorrenza permettendo l'introduzione di ulteriori corse? Una scelta di questo tipo, se sarà confermata, dimostra tanto miopia politica quanti un'incapacità amministrativa nel gestire il trasporto pubblico locale: Piuttosto che agevolare il traffico dei bus,implementarne le corse,costruire politiche sulla mobilità incentrare sul TPL a scapito di traffico privato e smog, ancora una volta si aumentano le tariffe. Insomma nessun progetto di città sostenibile ,nessuna scelta in controtendenza, ma l'ennesimo calcolo ragionieristico da scaricare sui cittadini fruitori del servizio. Su questo fronte sarà dura la nostra opposizione.

Francesco Rubini e Stefano Crispiani, gruppo consiliare SEL-Ancona Bene Comune






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2014 alle 11:03 sul giornale del 14 ottobre 2014 - 1594 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ancona Bene Comune, rubini, crispiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0Y4





logoEV
logoEV