Slow food: un ponte di solidarietà che arriva fino a Genova

1' di lettura Ancona 16/10/2014 - La Condotta Slow Food Ancona e Conero fa una raccolta fondi per gli alluvionati di Genova. Una cena di solidarietà quella organizzata per sabato prossimo dalla Condotta Slow Food di Ancona e del Conero il cui ricavato andrà, in parte, a un allevatore – agricoltore di Genova colpito dalla recente alluvione.

Una cena già programmata da tempo tra gli incontri che la Condotta organizza nel territorio alla scoperta del buon cibo e delle tradizioni e che dopo il doloroso evento genovese vuole essere un momento di condivisone e riflessione per ciò che riguarda il rapporto uomo – ambiente – terra madre.

“Tra i principi salienti dell’agire Slow Food – ha detto il Fiduciario Roberto Rubegni – vi è proprio quello della tutela dell’ambiente come luogo in cui l’uomo vive e dal quale trova sostentamento per il corpo e per la mente. Per questo abbiamo deciso di devolvere parte del costo della cena a un allevatore - agricoltore o pescatore del genovese colpito dall’alluvione dei giorni scorsi. Un gesto semplice che intende però far sentire la vicinanza di Ancona e della Condotta Slow Food a chi opera a stretto contatto con la natura e da questa è colpito.”

La somma raccolta sarà inviata alla Condotta Slow Food di Genova che provvederà a individuare il beneficiario e a consegnare l’assegno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2014 alle 11:10 sul giornale del 17 ottobre 2014 - 2314 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/00Q





logoEV
logoEV