Ancona Calcio, l'Amministrazione Comunale fa chiarezza sulla querelle con l'Ancona 1905 di Marinelli

4' di lettura Ancona 17/10/2014 - L'Amministrazione Comunale cerca di fare chiarezza sulla questione Ancona Calcio. Gli l'Assessori allo Sport Guidotti e ai Lavori Pubbici Urbinati, supportati dai tecnici comunali hanno voluto precisare alcuni aspetti relativi alla conferenza stampa che il presidente dell'Ancona 1905 Marinelli ha rilasciato nei giorni scorsi.

Guidotti in particolare ha descritto le varie fasi del rapporto con l'Ancona 1905 iniziato 15 mesi fa quando si è insediata la nuova Amministrazione Comunale, illustrando i progetti proposti da Marinelli e poi naufragati o i diversi ripensamenti dello stesso Presidente della società dorica, a fronte della piena disponibilità, secondo Guidotti, da parte del Comune. Il primo è stato il project financing per lo stadio Dorico che prevedeva il rifacimento del manto erboso, la ristrutturazione della tribuna, dei i campi da basket e degli spogliatoi. A questo punto l'Amministrazione, sempre secondo Guidotti, ha ritenuto che questi lavori potevano essere di interesse di tutta la cittadinanza e se doveva occupare il Comune. La risposta di Marinelli è stata negativa per i tempi lunghi della realizzazione del progetto. Successivamente Marinelli si è interessato al campo da rugby ma anche qui non si è trovata la quadra con l'Amministrazione perché il campo risultava troppo decendrato. La terza offerta di Marinelli è stata quella di costruire un impianto sportivo grazie al finanziamento della Lega Nazionale Dilettanti di 500.000 euro; denaro che, secondo l'Assessore Guidotti, non sarebbe mai arrivato perché lo stesso Assessore si era sentito con i vertici della LND, ed il fondo economico era stato già destinato ad altra sede. Il quarto progetto che Marinelli propone all'Amministrazione Comunale è quello di trasformare il terreno dello Stadio Del Conero in erba sintetica; intuizione accolta positivamente dal Comune che avvia la valutazione del progetto fino a quando Marinelli vuole una proroga della concessione del Conero (attualmente ancora a costo zero) in cambio del progetto di fattibilità. Anche in questo caso non si riesce a trovare una soluzione, così Marinelli propone che gli venga concesso il campo della FIGC, ma anche questa volta l'Amministrazione risponde che il terreno di gioco è in concessione e non sarà disponibile prima di novembre 2014.

"Era doveroso fare chiarezza su molti aspetti relativi alle recenti dichiarazioni di Marinelli” sottolinea l'Assessore Guidotti “sono sempre vicino all'Ancona è cerchiamo di dare la massima disponibilità alle proposte che ci vengono fatte, non siamo qui per fare polemiche, ma solo per illustrare le diverse fasi del rapporto con l'Ancona 1905”.

Altra questione, la manutenzione dello Stadio Del Conero e alla recente denuncia dell'Ancona 1905 della sostituzione delle lampade dei fari dello stadio. Tutto si gioca nella querelle fra manutenzione ordinaria e straordinaria; ed infatti da una parte il Comune sostiene che è l'Ancona 1905 che si deve occupare della gestione ordinaria e quindi della sostituzione delle lampade, delle guarnizioni usurate, ecc; dall'altra parte il Presidente Marinelli chiede che gli interventi li dovrebbe effettuare il Comune in quanto proprietario della struttura e il gestore temporaneo dello stadio.

"Vogliamo ringraziare innanzitutto il Presidente Marinelli per aver preso l'Ancona Calcio e averla riportata nel calcio professionistico” afferma l'Assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Urbinati “quello che stiamo chiarendo è ciò che avviene normalmente fra le parti di un contratto di concessione: noi come Amministrazione ci impegneremo a ripristinare la situazione iniziale che prevedeva, per ciò che riguarda i fari ad esempio, la carenza di 70 lampade che ripristineremo in due anni, così come i lavori di infiltrazioni che si stanno verificando al di sotto della gradinata. Ciò che deve essere chiaro è che il soggetto gestore che poi si deve adoperare alla sostituzione successiva non il Comune, così come le guarnizioni delle lampade che il Comune aveva concesso funzionanti e che ora si sono deteriorate; fa parte tutto della manutenzione ordinaria, quindi i costi non competono al Comune. Se poi non vengono svolti dei lavori periodici, ecco che ciò che l'ordinario diventa straordinario; quindi dobbiamo trovare un modo di lavoro per pianificare gli interventi in tempo”.

Presenti all'incontro con la stampa anche i ragazzi della Curva Nord che hanno ascoltato attentamente la ricostruzione degli avvenimenti e dell'Amministratore Delegato dell'Ancona 1905 Gilberto Mancini. Conclude l'assessore Guidotti affermando che “ho chiesto di vedere al più presto il nuovo delegato ai rapporti con il Comune Andrea Biekar, per costruire rapporto proficuo per il futuro”.








Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2014 alle 23:17 sul giornale del 18 ottobre 2014 - 3424 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Marco Porcu, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aaft





logoEV